mercoledì 11 settembre 2013

ANDARE A LUCCIOLE CON PATENTE FALSA E' CONSTATA AD UN SENEGALESE MULTA SALATA, DENUNCIA E SEQUESTRO DELL'AUTO.


Vuole soddisfare la sua voglia di sesso a pagamento, ma lo fa con in tasca un documento di guida falso. Guai doppi quindi per un cittadino di nazionalità senegalese di 47 anni sorpreso ieri sera dalla polizia municipale di Jesolo in via Grassetto, una laterale di via Roma Destra, mentre si appartava con una lucciola. Il "cliente" era arrivato poco dopo la mezzanotte in zona e aveva contrattato la prestazione con una donna, dopodiché è passato all'azione. Non aveva fatto i conti però con i controlli anti prostituzione dei vigili, che si sono accorti di quella Fiat 600 sospetta nella strada secondaria. Inevitabile per il 47 enne una sanzione di 450 euro, che agli agenti ha consegnato una carta d'identità e una patente internazionale rilasciata dalla Repubblica del Senegal. Quest'ultima era palesemente falsa. Un documento "fai da te", privo di informazioni sullo Stato d'origine e con vistosi errori d'ortografia nei fogli interni. Già al tatto il documento sembrava fasullo. A quel punto l'uomo, oltre alla multa salata, si è visto sequestrare anche l'auto e denunciare per uso di atto falso e guida senza patente.

Nessun commento:

Posta un commento