giovedì 26 settembre 2013

A RIMINI L'ASSESSORE PROVINCIALE CONGELA LA PRIMA CAMPANELLA: "A SCUOLA IN OTTOBRE". E IN SICILIA?

L’assessore provinciale al Turismo, Fabio Galli, prova a rilanciare per allungare la stagione della riviera romagnola. Settembre, non è più tempo di partire. Almeno con la scuola. A giudicare dall’andamento meteorologico degli ultimi anni, sarebbe meglio passare il tempo in spiaggia piuttosto che tra i banchi. Una proposta che l’assessore provinciale al Turismo, Fabio Galli, prova a rilanciare per allungare la stagione della nostra riviera che quest’anno ha dovuto fare i conti con un giugno nerissimo. E si trova adesso con un settembre caldo e soleggiato che però non può essere ‘sfruttato’ pienamente. «Non è nuova l’idea, diciamo che con un giugno come abbiamo avuto quest’anno e un settembre come vediamo in queste ore i favorevoli hanno buoni argomenti per avanzarla nuovamente — spiega Galli — Io avevo espresso qualche tempo fa la mia idea: con l’accordo di tutte le componenti, e preservando prioritariamente le esigenze educative e scolastiche, credo che non sarebbe un’eresia provare a adattare il calendario scolastico a istanze e abitudini che cambiano. Del resto, lo si fece già negli anni Settanta — ricordo che fino ad allora le lezioni cominciavano l’1 ottobre — e già oggi c’è un range discrezionale per le regioni. L’importante sarebbe, come avviene ogni volta che si comincia questo dibattito, che non si cominci con le contrapposizioni, il viene prima quello che l’altro di mero stampo ideologico. Bisognerebbe fare una discussione seria, motivata, razionale, laica. Ma sono sicuro che anche stavolta non avverrà e prevarranno come sempre ‘gli opposti estremismi’».

E in Sicilia? Si pensa solo a destagionalizzare, ma nei fatti? Ancora ci vorranno parecchi anni per far comprendere al siciliano che esiste anche un turismo locale e che i turisti non sono solo i francesi, tedeschi e americani. E poi ci si stupisce che le nuove generazioni non conoscono i luoghi in cui sono nati. Basterebbe poco per far girare l'economia ... Rimini è una bellissima Riviera, ma come si può notare il mare devi sudartelo, mentre in Sicilia con km di coste libere e riserve naturali mozza fiato si sta tutti intanati nella speranza che giunga un forestiero.
Ecco alcune spiagge siciliane ... per chi cerca la tranquillità di una spiaggia ancora incontaminata e selvaggia  e vuole innamorarsi delle battigie delle Riserve Naturali Orientate, un piccolo mondo perduto, pronto ad accogliere chi vuole vivere il mare più puro che solo la spiaggia libera può offrire.





La Sicilia è circondata da miriadi di spiagge ancora da scoprire ... se dovesse passare da queste parti provate a guardarvi intorno.

Nessun commento:

Posta un commento