sabato 17 agosto 2013

UCCIDE RANDAGIO CON FUCILE AD ARIA COMPRESSA. ARRESTATO UN UOMO SEGNALATO DA UNA TELEFONATA ANONIMA

I Carabinieri hanno arrestato in flagranza V.V., 62 enne, incensurato di Belpasso, per uccisione di animali e detenzione illegale di armi alterate e munizionamento. Una telefonata anonima ha
segnalato ai Carabinieri della Stazione di Belpasso che in via 4^ retta levante ignoti avevano esploso alcuni colpi di fucile contro due cani randagi uccidendone uno. I militari hanno immediatamente individuato la direzione da dove potessero essere state esplose le fucilate e hanno arrestato l’uomo. La perquisizione dell’abitazione ha consentito di accertare il possesso da parte di V.V. di alcune armi regolarmente detenute, del fucile ad aria compressa con cui l’uomo aveva ucciso l’animale, di 2 dispositivi silenziatori da innestare sulla canna di una carabina cal. 22 e di circa 2000 munizioni oltre il limite consentito. Le armi e le munizioni sono state sequestrate in via cautelare. L’Autorità Giudiziaria ha rimesso in libertà il reo dopo aver convalidato l’arresto, in attesa di giudizio.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento