giovedì 22 agosto 2013

SUICIDIO AL PORTO DI TRAPANI. DONNA IN MARE CON LA PROPRIA AUTO

La scorsa notte in preda ad una crisi depressiva un’anziana donna si è lanciata con la sua auto nel porto peschereccio di Trapani. La vittima è una pensionata trapanese di ottant'anni, Giovanna Cardinale, deceduta la notte scorsa. La tragedia si è consumata poco dopo l’una al porto peschereccio, all’altezza di via Cristoforo Colombo. A bordo della sua auto, l’anziana donna ha pigiato sull’acceleratore della Fiat Panda e si è volontariamente lasciata morire, lanciandosi dal molo del porto. Immediatamente dopo essere finita in mare con la sua auto rossa, sono sopraggiunti sul posto i militari della Capitaneria di porto che hanno tentato in ogni modo per poterla trarre in salvo. Le sicure delle portiere dell’auto erano, però, chiuse dall’interno ed ogni tentativo si è reso vano. Sul posto, oltre agli agenti della Polizia di Stato, è intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco che hanno recuperato dal mare la vettura con all’interno il cadavere dell’anziana donna. Il medico legale ha confermato il decesso per annegamento. Intanto una folla di curiosi si era formata sul molo dove si erano attivati i soccorsi. Secondo gli investigatori, si tratterebbe verosimilmente di suicidio. L’anziana, secondo quanto raccontato dai presenti al momento della tragedia, si sarebbe infatti lanciata volontariamente dal molo con la Fiat Panda. Secondo alcune testimonianze raccolte dagli investigatori, sembra che la pensionata fosse da tempo affetta da crisi depressive, cagionate dal precario stato di salute, che negli ultimi tempi si era aggravato. Forse resasi conto che la sua autonomia la stesse abbandonando, abbia deciso, per non dipendere da altri, di mettere in atto l’insano gesto, per lei liberatorio. Intanto, gli agenti della Polizia di Stato stanno indagando tra i conoscenti della vittima per ulteriori riscontri sull’ipotesi del decesso, archiviando il caso se dovesse confermarsi la tesi del suicidio.




Nessun commento:

Posta un commento