giovedì 8 agosto 2013

POSTEGGIATORI ABUSIVI. DA MESI A PALERMO E' DIVENTATA CRONACA QUOTIDIANA

Cronaca di una notte bestiale a Palermo. Con un unico protagonista assoluto: la figura del posteggiatore abusivo.

Una notte di terrore nei pressi di due noti locali notturni della città. Davanti al "Moro" dell'Arenella, intorno alle 22,30 è partito un colpo d'arma da fuoco: a sparare con un fucile è stato un parcheggiatore abusivo, al termine dell'ennesima discussione con i gestori del parcheggio privato della discoteca. Un'area riservata alle auto nata recentemente vicino ad uno dei locali più frequentati del capoluogo, ma che sin dall'inizio ha provocato astio e malumori da parte dei posteggiatori abusivi che si erano visti privare di una grossa zona nella quale raccogliere soldi. E così, intimidazioni e inviti più o meno violenti ad allontanarsi, si erano susseguiti nelle ultime settimane, nei confronti di coloro che gestiscono il parcheggio. Si tratta di un uomo e una donna che ieri sera erano in compagnia di un parente nel corso di una violenta resa dei conti con un abusivo che aveva intimato loro di andarsene. Quello sparo ha raggiunto i tre, che sono rimasti lievemente feriti. Panico nella zona, dove si trovavano centinaia di giovani pronti a fare ingresso nel locale. Una volta lanciato l'allarme sul posto è arrivata la polizia che ha avviato le ricerche del posteggiatore in fuga a bordo di un'ape Piaggio: è stato rintracciato in via Papa Sergio ed arrestato. E' un pregiudicato di 52 anni, è in stato di fermo con l'accusa di tentato omicidio. I feriti sono invece stati trasportati in ospedale da un'ambulanza del 118, le loro condizioni non vengono considerate gravi. La folle notte dei parcheggiatori a Palermo era stata anticipata da un altro grave episodio al Foro Italico. Nell'area dedicata al posteggio vicino al Nautoscopio, sono state cinque le auto danneggiate da un parcheggiatore abusivo africano. Alcuni clienti del locale all'aperto si erano infatti rifiutati di pagare un euro all'abusivo e, al loro ritorno hanno trovato i vetri rotti. Immediata la telefonata alla polizia, che dopo un lungo inseguimento ha individuato il posteggiatore e ha fatto scattare le manette.

Nessun commento:

Posta un commento