giovedì 8 agosto 2013

MUORE SPOSINO ITALIANO IN INCIDENTE STRADALE IN MEXICO. ALTRO VIAGGIO DI NOZZE TRASFORMATO IN TRAGEDIA.

Ci sono tragedie che si susseguono a distanza di breve tempo, come un incomprensibile accanirsi del destino. Ed è successo ancora. È accaduto che il viaggio di nozze di una coppia di giovani sposi, questa volta napoletani, si sia improvvisamente interrotto, nel modo peggiore. Lui muore, lei è grave. Vincenzo Maiello, di 30 anni, è morto in un incidente stradale mentre era in taxi, insieme con Alessandra Borrelli, di 28 anni, sposata il 26 luglio scorso nella chiesa di Capodimonte a Napoli, e un'altra coppia di sposi, a Playa del Carmen, in Messico. Due giorni dopo il matrimonio - come riferisce Il Mattino che parla della vicenda - la giovane coppia era partita per New York e da domenica si era trasferita in Messico. Il taxi si è scontrato frontalmente con un monovolume che procedeva in direzione opposta. L'incidente mentre gli sposi si stavano recando ad assistere ad uno spettacolo di delfini. Nell'impatto Maiello è morto sul colpo. La moglie è stata ricoverata in ospedale con gravi ferite, riportando in particolare traumi e fratture al bacino ed agli arti inferiori. Feriti, non gravemente, gli altri due sposi, molisani, e il conducente del taxi. I familiari della coppia napoletana sono già partiti per il Messico. Nei loro commenti il profondo dolore per una vicenda che sembra richiamare per analogia il dramma di Alice, la giovane sposa del Bolognese investita e uccisa a Venice Beach. Alessandra Borrelli ha saputo stamattina, dai suoi genitori, in ospedale, che Vincenzo Maiello, suo marito da neanche quindici giorni è morto. Morto, durante il loro viaggio di nozze ed in un incidente stradale verificatosi lo scorso 5 agosto in Messico, a Playa del Carmen, mentre stavano andando a vedere uno spettacolo con i delfini. Lei, 28 anni, informatrice farmaceutica, lui, 30 anni, agente immobiliare, erano fidanzati da circa quattro anni. Lo scorso 26 luglio le nozze, alla chiesa di Capodimonte, a Napoli: ''Erano sereni, felici, commossi fino alle lacrime'', racconta una cugina. ''Era una coppia di quelle tradizionali - racconta ancora - mai un ritorno all'alba dalla discoteca, solo lavoro, famiglia e progetti. Lo stesso viaggio di nozze era di quelli classici ed è questo che crea ancora più rabbia''. Alessandra è al momento ricoverata per fratture varie, all'ospedale di Playa del Carmen. ''Non stavano su un parapendio - aggiunge la cugina - stavano andando a fare una passeggiata, una semplice passeggiata in taxi. Dalle foto che abbiamo visto, Vincenzo aveva la cintura di sicurezza. Quello è un tratto dove i taxi vanno veloci, troppo veloci''. I genitori di Alessandra e di Vincenzo sono arrivati solo stamattina ''perché prima non sono riusciti a trovare un volo, visto il periodo''. ''Siamo devastati - conclude la cugina - Il giorno delle nozze, Alessandra a fine giornata venne da me e disse, ''per fortuna è andato tutto bene'. E invece no, è andato tutto male''. Rivolgono un appello alle autorità italiane i parenti di Vincenzo Maiello e Alessandra Borrelli, la coppia di sposi che durante il loro viaggio di nozze in Messico ha visto la tragica fine della loro unione con la morte di lui in un incidente stradale. Alessandra è al momento ricoverata nell'ospedale di Playa del Carmen, dove deve subire una operazione per fratture al bacino e al femore: ''Per favore aiutateci a farla operare qui in Italia. Le strutture sono più adeguate, non vogliamo che subisca danni irreparabili'', chiede la cugina. La notizia della tragedia, racconta, è arrivata nel cuore della notte: ''L'agenzia di viaggio con la quale avevano organizzato il viaggio di nozze, era stata contattata dal tour operator locale per comunicare la tragedia. Ci hanno detto subito che Vincenzo era morto, siamo rimasti senza fiato''. ''Il console italiano in Messico ci è stato vicino, l'ambasciata anche - aggiunge - ora quello che chiediamo è di non essere abbandonati. Fate tornare qui Alessandra il prima possibile. Fate tornare qui Vincenzo. Soprattutto, assicurate vicinanza a queste famiglie distrutte''.
da 

Nessun commento:

Posta un commento