sabato 3 agosto 2013

INAUGURATA LA CASA PER LE EMERGENZE ABITATIVE "ANGELI PER LA VITA"

UNA DELLE PRIME NON SOLO IN SICILIA MA NELL'INTERA NAZIONE. 
ECCO IL VIDEO E LE INTERVISTE
Da Torino alla Sicilia, alcuni ricercatori italiani, già da alcuni anni stanno pensando al problema di tutti coloro che sono "senza fissa dimora", sviluppando prototipi di abitazioni di emergenza. Il presidente dell’Associazione di Volontariato e Protezione Civile “Angeli per la Vita”, Rosalia Milazzo, pensa
all'emergenza abitativa da quando, tra l'1 e il 9 settembre del 2009, con i suoi Angeli è stata in missione in Abruzzo, attivata dalla Regione Siciliana, per aiutare gli sfollati di alcuni paesi rasi completamente al suolo dal terremoto. Ad incrementare l'idea di realizzare una struttura residenziale da destinare all'accoglienza temporanea di persone prive di abitazione, l'altra, tra le tante, missione a Saponara. "Aver assistito in prima linea, sui luoghi colpiti da disastri naturali, il dramma degli sfollati, la perdita - spiega Rosalia Milazzo - dei loro cari e delle loro abitazioni, trovarsi da un giorno all'altro a vivere in una tenda, può pesare ancora di più sul dramma psicologico di queste persone. Allora, ho deciso che mi dovevo impegnare con ogni mezzo per aiutare chi versa in situazione grave di emergenza abitativa. Poi - prosegue il presidente di Angeli per la Vita - stando quotidianamente a contatto con soggetti che vivono il disagio sociale per le più svariate situazioni, dai singoli ai nuclei con minori con gravi difficoltà economiche, minori, invalidi, pensionati, anziani, immigrati, mi sono detta occorre dare priorità ad una efficace soluzione ai bisogni dei soggetti in situazioni di emarginazione sociale o sprovvisti temporaneamente di abitazione. Ecco - conclude Rosalia Milazzo - che il sogno si trasforma in realtà. La casa per le emergenze abitative Angeli per la Vita, mi riempie d'orgoglio, so che da oggi un bimbo, un immigrato, un disabile o un anziano può trovare qui un'ospitalità temporanea. Non un'accoglienza qualunque, ma piena di calore umano". E si parla di quel calore umano che Angeli per la Vita ha messo in campo in ogni missione, ad ogni emergenza, per ogni singola situazione in cui i volontari di Angeli per la Vita non si sono mai tirati indietro. "Uno su mille ce la fa" è ormai il loro motto che prende spunto dalla canzone del noto cantante Gianni Morandi. E' la loro filosofia di vita che quotidianamente trasmettono a chi pensa nella sua tragedia che non ci sia via d'uscita. "Se sei a terra non strisciare mai, se ti diranno sei finito non ci credere, devi contare solo su di te, uno su mille ce la fa, ma quanto è dura la salita, in gioco c'è la vita". La struttura, che si trova nella Via G. Di Maio, 14, alle spalle della scuola elementare Ruggero Settimo, è dotata di tutti i comfort. Può accogliere fino a un massimo di sei individui. La casa di emergenze abitative Angeli per la Vita provvede inoltre ad offrire un servizio di supporto alle persone o nuclei familiari versanti in situazioni gravi di emergenza abitativa, per colmare transitoriamente la loro improvvisa assenza di abitazione, oppure garantire una pronta accoglienza per rifugiati, immigrati, anziani per un periodo limitato nel tempo, eventualmente prorogabile. A presenziare all'inaugurazione il Sindaco della città di Castelvetrano, Felice Errante. 
Il primo cittadino ha avuto parole d’elogio per i volontari dell’associazione che si spendono quotidianamente al servizio della comunità tutta. "L’emergenza casa, insieme alla mancanza di lavoro, sono le due tematiche - sottolinea il sindaco Errante - che più ci preoccupano. E, perdendo il lavoro, la gente non è più in grado di far fronte all'affitto, al pagamento del mutuo, al sostentamento della propria famiglia. Negli ultimi mesi in città c’è stato un notevole aumento del numero di cittadini che hanno denunciato un disagio economico. Spesso sono famiglie con minori. Si tratta di famiglie che, in seguito alla incapacità di poter far fronte alle spese quotidiane vengono messe fuori casa". Dal sindaco è arrivato anche un appello: "Invito i proprietari degli immobili, e sappiamo che a Castelvetrano di alloggi sfitti ve ne sono tantissimi, ad offrire gli appartamenti a prezzi ragionevoli. Come amministrazione pensiamo sia meglio percepire un affitto più basso piuttosto che tenere vuoto l’immobile. Questo discorso vale anche per i proprietari di locali commerciali. In città ci sono tanti che faticano perché devono fare fronte a costi di affitti assolutamente non compatibili con l’attuale situazione economica. Io credo - aggiunge Felice Errante - che i proprietari di immobili commerciali debbano mettersi una mano sulla coscienza. È davvero inopportuno continuare a tenere gli immobili sfitti. Meglio sarebbe abbassare le pretese. La riapertura delle attività commerciali porterebbe beneficio all'economia dell’intera città". Il primo cittadino a poi concluso il suo intervento complimentandosi con l'Associazione di Volontariato e Protezione Civile "Angeli per la Vita" per la realizzazione della struttura che è una delle prime in Sicilia. Oggi Castelvetrano può vantare un altro primato, una struttura nata appositamente come "casa per le emergenze abitative Angeli per la Vita". In Italia esistono associazioni, istituti, palestre che tramite convenzioni temporanee si prestano a servizi momentanei, soggiorni notturni per anziani, centri di ospitalità solo per immigrati, ma nessuna nasce, direttamente dal privato, come struttura fissa per le emergenze abitative. E' un primato tutto castelvetranese, merito di una donna e dei suoi volontari che quotidianamente vivono per il prossimo, vigili ed attenti, come "angeli custodi" ad ogni emergenza sociale, ma soprattutto reale della vita.

Nessun commento:

Posta un commento