martedì 27 agosto 2013

IL "PARKOUR" NON E' RIUSCITO. 16 ENNE IN RIANIMAZIONE PER IL SALTO DA UN PALAZZO ALL'ALTRO.

Un ragazzo di 16 anni è ricoverato con prognosi riservata, in condizioni gravissime, nel reparto di rianimazione dell'ospedale Torrette di Ancona, dopo essere saltato la scorsa notte intorno alle ore 22,30 dal tetto della sua abitazione del quartiere Santa Caterina di Fermo. Il ragazzo pare stesse tentando il salto da un palazzo all'altro, tecnica che si chiama 'parkour'. A dare l'allarme, alcuni residenti dopo avere sentito un tonfo. Il giovane, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe caduto da un'altezza di oltre 10 metri dopo avere calcolato male la traiettoria del proprio salto. Ha riportato lesioni gravissime al capo e diffusamente al corpo. Subito sono intervenuti mezzi di soccorso, ma le condizioni del giovane sono subito sembrate disperate, e si è reso necessario il trasporto ad Ancona. Sull'episodio indaga la Polizia.
da AGI .
APPROFONDIMENTI
Il parkour (paʁ.'kuʁ), abbreviato in PK, è una disciplina metropolitana nata in Francia agli inizi degli anni ‘90. Consiste nel seguire un percorso stabilito, superando qualsiasi genere di ostacolo vi sia presente, con la maggior efficienza di movimento possibile, e adattando il proprio corpo all'ambiente circostante. 
IN ITALIA
Il parkour arriva in Italia attorno al 2005, sviluppandosi molto grazie al web. Siti minori di rilevanza locale fondati dai praticanti iniziano a creare i primi incontri tra tracciatori. Il parkour non è soltanto uno sport, è anche un'applicazione sociale. I valori del parkour sono importanti per insegnare ai giovani il rispetto per se stessi e la conoscenza dei propri limiti, per poter affrontare i piccoli grandi ostacoli che la vita pone davanti al cammino di ogni essere umano. In seguito sono nate molte associazioni nazionali, da quelle più attente allo sviluppo sano del parkour ad altre mirate semplicemente al cavalcare la moda. Molte sono le collaborazioni che le principali associazioni italiane ed estere stringono con altre realtà, solitamente il parkour è utilizzato, anche sull'onda della moda, per mostrare un modo reale, alternativo ed intelligente di sfruttare con rispetto gli spazi periferici, abbattere le barriere architettoniche (con FIABA, il Fondo Italiano impegnato nell'Abbattimento delle Barriere Architettoniche) ed in genere far sviluppare, soprattutto nei giovani e giovanissimi, un sano rispetto per l'ambiente ed una critica ricerca su se stessi. La Provincia di Roma nel dicembre 2007 ha riconosciuto il parkour come importante vettore di comunicazione per trasmettere ai giovani l'importanza di affrontare ogni problema nel rispetto di se stessi e dell'ambiente circostante. Nel 2009 il parkour era presente al 21° Festival del Fitness di Roma.

Nessun commento:

Posta un commento