domenica 18 agosto 2013

GIALLO SULLA STATALE 36. TROVATO UOMO IN UN LAGO DI SANGUE SUL CIGLIO DELLA STRADA

Paura per un marocchino 29 enne, poiché è stato trovato alle 17.30 di oggi da un automobilista sul ciglio della strada, sulla Valassina. Il nordafricano era sdraiato a terra e perdeva molto sangue dal capo e non rispondeva alle domande. Immediatamente il passante ha chiamato i soccorsi. Il fatto è accaduto in via Tagliabue in Valassina, strada statale 36. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Desio, comandati dal tenente Luigi di Puorto che hanno indagato sullo straniero già noto per detenzione e spaccio di stupefacenti. Da una prima ricostruzione gli uomini dell’Arma hanno scoperto che il marocchino è stato lanciato fuori da un auto guidata da un connazionale. Al pronto soccorso del San Gerardo di Monza hanno curato una ferita lacero contusa alla testa, che era stata la causa dell’abbondante fuoriuscita di sangue dalla testa. Ferita superficiale guaribile in sette giorni. Questa diagnosi esclude che l’uomo sia stato spintonato fuori dall'auto mentre era in corsa. I militari stanno indagando a 360 sul motivo della lite tra i due, non si esclude nessuna ipotesi. Un fatto è certo, l’amico prima di buttarlo fuori dall'auto si è fermato. Altrimenti il 29 enne avrebbe riportato ferite in tutto il corpo. Non si esclude una lite tra i due legati a problemi di droga o spaccio. Il silenzio del marocchino già noto per precedenti di spaccio, potrebbe essere una traccia per gli uomini dell’Arma di Desio.

di Sonia Ronconi per ilgiorno.it

Nessun commento:

Posta un commento