giovedì 8 agosto 2013

GIALLO SUL FURTO DEL ROLEX AL DEFUNTO BOSS TONY SOPRANO.

I "topi" d'albergo avrebbero colpito ancora. Bottino: un orologio Rolex. La vittima è il defunto James Gandolfini, celebre attore di origine italiana, star della serie tv Soprano's. Il 19 giugno scorso alle 22.40 a Roma moriva stroncato da un infarto, dopo una cena abbondante nel centro della Capitale, in compagnia di un parente, all’interno dell’albergo. Pare che il furto sia avvenuto subito dopo il decesso, come denunciano, a quasi due mesi di distanza, i famigliari dell'attore. A riferirlo è il sito statunitense specializzato in gossip, Tmz.com, citando la denuncia all'assicurazione fatta dai congiunti dell'attore. Dopo la morte di Gandolfini, un ladro ha rubato un Rolex da 3 mila dollari, introducendosi nella suite d'albergo dell'attore, il Boscolo Exedra, un sontuoso palazzo di fine ottocento, nel cuore della Città Eterna, in Piazza della Repubblica, tra le Terme di Diocleziano e la Basilica di Santa Maria degli Angeli, al primo Hotel 5 Stelle Luxury di Roma. 
James Gandolfini era diventato famoso in tutto il mondo con l’interpretazione da antologia di Tony Soprano, il boss mafioso della fortunatissima serie tv “I Soprano”, che gli è valsa la conquista di ben tre Emmy Award come migliore attore. Figlio di Santa, originaria di Napoli, e di James Joseph senior, nato a Borgotaro, James prima di essere baciato dall’enorme successo regalatogli dal ruolo di “padrino depresso” del New Jersey, interpretato dal 1999 al 2007, ha avuto una lunga carriera cinematografica, iniziata nel 1992. Anche dopo la fine della popolare serie tv nel 2007, Gandolfini ha recitato in “Zero Dark Thirty” (2012), il film che racconta la caccia al leader di al Qaeda Osama Bin Laden, e “The Incredible Burt Wonderstone” (2013), mai uscito in Italia.

Nessun commento:

Posta un commento