mercoledì 28 agosto 2013

FLOP CONCORSO MANAGER. UN CANDIDATO SU DUE E' RIMASTO A CASA

Su 577 candidati solo la metà si è presentata al concorso. Un flop dunque. A Caltanissetta è andato in scena il concorso per gli aspiranti manager della sanità, ma uno su due è rimasto a casa. Nella sede del Cefpas, ieri i candidati hanno sostenuto la prima prova, un quiz a risposta multipla di 30 domande che niente avevano a che fare con la sanità pubblica e la gestione aziendale. Molte le rinunce dunque, causate dalle polemiche che hanno accompagnato al selezione voluta dall’assessore alla Salute Lucia Borsellino e ai ricorsi presentati alla commissione Sanità dell’Ars e ai giudici del Tar. Ma dei 577 esiste una lista di 119 candidati, più 4 candidati ammessi dopo aver fatto ricorso, che hanno già superato la prima prova, e sono stati ammessi agli orali. A questi 123 candidati già ammessi agli orali vanno aggiunti 60 candidati che deve essere scelti fra i 458 candidati, fino ad arrivare ad una short list di 50 dalla quale il governo sceglierà i 17 top manager. L’iter dovrebbe terminare non prima di novembre. Ma il rischio concreto è che la procedura di selezioni si blocchi a causa dei già preannunciati ricorsi al Tar. Uno è quello dell’Associazione nazionale manager. I sindacati Cisl Funzione pubblica e Cgil Medici denunciano il rischio che le poltrone di Asp ospedali rimangono occupate da commissari straordinari per molto tempo.
da 

Nessun commento:

Posta un commento