domenica 11 agosto 2013

DUE MORTI SULL'A29. NON SI ARRESTA LA SCIA DI SANGUE SULLE STRADE SICILIANE

Incidente mortale nella notte sull'A29 Palermo-Mazara del Vallo, all'altezza dello svincolo di Alcamo. Due persone, madre e figlio, sono morte, mentre una terza persona è in gravissime condizioni. A perdere la vita
sono stati Rosa Ruccione, di Marsala, e Sergio La Venia, di Palermo, rispettivamente madre e figlio, di settantaquattro e quarantotto anni. 
Molto conosciuti nel capoluogo siciliano perché titolari della nota enoteca "Arco Antico" di corso Calatafimi a Palermo, che La Venia dopo la morte del padre, gestiva, insieme alla madre e ai tre fratelli.
Con loro a bordo nell'auto viaggiava anche una giovane palermitana, di 35 anni, Elisabetta Pezzati, un'insegnante di danza del ventre molto nota in città, che si trova ora ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Partinico.
I tre viaggiavano a bordo del suv che, per cause ancora in fase d'accertamento, è finita contro il guardrail. Sul luogo della tragedia è intervenuta la polizia stradale, che ha svolto i primi rilievi necessari ad accertare la dinamica dell'incidente, che è ancora al vaglio degli inquirenti. 
La tragedia, secondo le prime ricostruzioni, è avvenuta al Km 44, quando La Venia avrebbe perso il controllo dell'auto su cui viaggiava insieme alla madre ed un'altra persona.
Il mezzo, una Toyota Rav 4, si sarebbe schiantato contro il guardrail per poi precipitare dal cavalcavia e ribaltarsi. Madre e figlio sono stati sbalzati fuori dall'abitacolo. Un impatto violentissimo, che ha ucciso La Venia e la madre sul colpo. Per entrambi non c'è stato nulla da fare.





Nessun commento:

Posta un commento