martedì 20 agosto 2013

BOMBA FA ESPLODERE UN'AUTO CON 3 PERSONE A BORDO. FORSE UN AVVERTIMENTO DELLA CAMORRA

Paura all'alba sulla strada. L'episodio è accaduto intorno alle cinque del mattino. Una esplosione ha distrutto un'automobile e causato il ferimento di due dei tre occupanti l'auto, uno dei quali è ricoverato in gravissime
condizioni. L'esplosione è avvenuta su una strada di montagna nel comune di Lettere in provincia di Napoli ed ha turbato i sogni di tanti cittadini. Sono rimasti feriti i fratelli Carmine, di 40 anni, e Michele Comentale, 
di 33 e di professione taglialegna, ma che secondo i carabinieri gestivano in nome e per conto della criminalità alcune piantagioni di marijuana tra i boschi. Secondo i carabinieri di Castellammare di Stabia, che indagano sulla vicenda, si sarebbe trattato di un ordigno, collocato sotto il pianale, il che farebbe pensare ad un atto rivolto intenzionalmente a quell'auto ed ai suoi occupanti. Infatti gli inquirenti non escludono che sia proprio questa la pista per comprendere il perché di questo ordigno. I fratelli Comentale hanno subito gravi danni agli arti inferiori e sono attualmente ricoverati all'ospedale di Castellammare. Sia per lui sia per il fratello i medici non sciolgono la prognosi, anche se non sono in pericolo di vita. Sull'auto viaggiava anche Ciro Ruocco, cognato dei Comentale. Anche lui, in un primo momento giudicato illeso, ha avuto bisogno di ricovero per trauma cranico. Prognosi, trenta giorni. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Castellammare di Stabia. Secondo gli inquirenti, potrebbe essersi trattato di un avvertimento della camorra. Anche perché i due fratelli sono già noti alle forze dell'ordine. I due nel 1998 sono stati arrestati perché gestivano una piantagione di marijuana sui loro terreni e nel 2001 hanno subito un altro arresto per un tentato omicidio legato a una lite con un vicino per un cavallo morto, nel corso della quale si erano picchiati con l'uomo e poi erano andati a casa sua armati di pistola. Contestati loro anche abusi edilizi legati alla loro attività di allevatori anche di mucche. L'esplosione è avvenuta in località Lontra di Lettere, una zona montuosa, strada che porta proprio alla masseria dei fratelli Comentale, dove hanno un allevamento di maiali e pecore. Il materiale recuperato sul luogo dell'esplosione è stato inviato ai Ris di Roma per le accurate ed approfondite analisi del caso. 
fonte nottecriminale.it  e corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Nessun commento:

Posta un commento