lunedì 12 agosto 2013

ALTRO TRAGICO INCIDENTE, ALTRA GIULIA, ALTRA GIOVANE SICILIANA, ALTRA VACANZA ALL'ESTERO. RAGAZZA STRANGOLATA DALLA PASHMINA.

Un altro tragico incidente in queste vacanze di agosto riguarda una ragazza siciliana. Giulia Grasso, la ragazza di 22 anni originaria della Sicilia ma residente da tempo nel quartiere di Fuorigrotta a Napoli, è morta in un
sabato a Mykonos, l’isola greca dove era in vacanza da una settimana. La sua salma è attesa per oggi in Italia. Secondo la ricostruzione della polizia locale, la ragazza, all’ultimo giorno di vacanza nell’Egeo e poche ore prima della partenza, avrebbe noleggiato un quad, una grossa moto a quattro ruote, per raggiungere il versante opposto dell’isola rispetto a dove i ragazzi soggiornavano. La tragedia si è verificata lungo il percorso. Giulia Grasso, che viaggiava nella parte posteriore del mezzo condotto da un’amica, indossava una lunga sciarpa. Proprio la pashmina è andata a impigliarsi negli ingranaggi del mezzo, strangolando la giovane. Inutili i soccorsi. La diagnosi dei medici è stata rottura dell’osso del collo. Immediatamente informati dalle autorità locali i familiari della giovane che però ieri non erano ancora riusciti a raggiungere Mykonos. Grande il dolore di amici e conoscenti su Facebook: “Eri una persona splendida, sempre sorridente, simpatica, divertente”. E ancora: “Non riesco a non pensare…non riesco a crederci…la mia mente va a 10 giorni fa quando nn aspettavi altro che partire per le vacanze”. Pochi giorni fa una tragedia analoga era successa in Croazia. Giulia Foresta, una ragazza palermitana di 22 anni, è morta il primo agosto in Croazia mentre faceva parasailing. In comune un nome, Giulia, ed un tragico incidente all'estero, mentre trascorrevano una magnifica vacanza. Entrambe siciliane, giovani, belle e sorridenti. Chissà che anche in questa tragica fatalità non vi sia una logica per quanto a noi ignota ed incomprensibile.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento