mercoledì 7 agosto 2013

76 MIGRANTI SALVATI PROPRIO NEL GIORNO DEL SS. SALVATORE

"Mazara del Vallo si conferma capitale della solidarietà e della multi etnicità. Con questo salvataggio di 76 migranti da parte del motopesca Aliseo, la nostra Città diventa ambasciatrice dei grandi problemi legati all’immigrazione e lancia segnali di distensione e collaborazione tra tutti i popoli del Mediterraneo. Il nobile gesto dell’equipaggio del motopesca Aliseo, che alla sua prima battuta di pesca non ha esitato ad interrompere l’attività per trarre in salvo 76 migranti alla deriva, è un esempio e nel contempo un grande segnale che viene lanciato a tutte le genti d’Europa". Lo dichiara il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi, commentando l’azione di salvataggio in mare messa in atto all'alba di ieri mattina dal motopesca Aliseo di Mazara, a circa 50 miglia a sud di Lampedusa e successivamente trasferite su un mezzo della Guardia Costiera di Lampedusa. 76 è il numero esatto dei migranti salvati, fra i quali 69 uomini, 6 donne ed un bambino. 
I migranti erano a bordo di barcone in grossa difficoltà nel tentativo di raggiungere le coste siciliane. Si sono buttati in mare non appena avvistato il peschereccio "Aliseo" il cui equipaggio vedendo i migranti in balia delle onde hanno subito lanciato loro le cime e li hanno così presi a bordo. 
Il motopesca Aliseo della società armatoriale mazarese "Gilias" che non è altro che l'acronimo di Giacalone, era stato varato sabato 27 luglio presso il cantiere navale “Il Carpentiere” di Mazara alla presenza del sindaco on. Nicola Cristaldi e del Presidente della Regione Siciliana on. Rosario Crocetta. Si tratta di un peschereccio di 35 metri e con un peso di 225 tonnellate. Il nuovo "Aliseo" così era uscito per la sua prima bordata di pesca lo scorso venerdì sera; al comando del peschereccio, che conta 11 uomini di equipaggio, è Giuseppe Giacalone fratello di Giampiero Giacalone, ex consigliere provinciale, e di fatto amministratore del motopesca. Molto emozionata la moglie di Giacalone, Teresa Diadema, consigliere comunale: "quando questa notte ho appreso la notizia ho pianto per la gioia, salvare vite umane non ha prezzo. Ringrazio il Signore". Sarà stata forse una coincidenza, ma il salvataggio è avvenuto proprio nel giorno della Festa del SS. Salvatore della Trasfigurazione, 6 agosto. Letteralmente il Salvatore, "colui che salva".

Nessun commento:

Posta un commento