mercoledì 31 luglio 2013

RIAPRIRANNO A SETTEMBRE LE SCUOLE SUPERIORI DOPO L'ABOLIZIONE DELLE PROVINCE?

A settembre gli stipendi dei lavoratori delle province siciliane e delle partecipate, dove si scontano già ritardi, potrebbero essere a rischio e con essi molti dei servizi erogati da questi enti, a partire da quelli scolastici. Mancano 140 milioni di euro tra mancati trasferimenti dello Stato e tagli della Regione. Licei linguistici provinciali, licei musicali, scuole per ottici potrebbero non riprendere le attività dopo l'estate se la riforma conseguente all'abolizione delle Province non prenderà subito la giusta strada, con conseguenze non solo sul personale ma anche su migliaia di studenti. A lanciare l'allarme la Cgil Sicilia e la Funzione pubblica. Oggi è previsto un sit-in di protesta dei lavoratori degli enti davanti all'assessorato alle Autonomie locali per chiedere alla Regione l'apertura di un tavolo di confronto.
da AGI

Nessun commento:

Posta un commento