mercoledì 3 luglio 2013

REGIONE SICILIANA. "SMOBILITARE 300 MILIONI DI FONDI EUROPEI IN 3 MESI"

Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, detta i tempi da seguire ai dirigenti regionali che dovranno spendere i fondi europei. L'obiettivo è quello di smobilitare almeno 300 milioni in tre mesi, pena il disimpegno delle somme. "Se sbagliano – dice il governatore – dovranno risponderne". Entro il 30 luglio e il successivo 30 settembre dovrà essere completata l'emissione dei decreti di finanziamento per gli aiuti alla
ricettività turistica per un valore di 125 milioni di euro da parte del Dipartimento Attività produttive; Sempre entro il 30 luglio, dovranno essere emessi i 68 decreti di concessione relativi ai centri commerciali naturali, che intercettano circa 900 imprese su tutto il territorio regionale; entro trenta giorni il Dipartimento Energia dovrà sottoscrivere il contratto di programma con il realizzatore del progetto di energie da fonti rinnovabili per un valore 12,5 milioni di euro; entro dieci giorni dovranno essere emessi i decreti di finanziamento dei progetti esecutivi e due relativamente a progetti di efficientismo energetico. Sette giorni invece sono stati dati per l'emissione della graduatoria per il completamento della rete metanizzazione per 18 progetti del valore di 74,7 milioni di euro; sono stati assegnati dieci giorni di tempo per l'emissione dei provvedimenti dei decreti di finanziamento relativi all'asse 6, riguardanti turismo termale, per 10 milioni di euro per i sei progetti immediatamente finanziabili; altri sette decreti per opere di valorizzazione urbana, per un valore di ulteriori 10 milioni di euro; sono stati assegnati dieci giorni per l'emissione dei restanti decreti riguardanti le bonifiche; per i beni culturali sono stati assegnati 15 giorni per l'emissione dei decreti di finanziamento dei progetti ammessi sugli avvisi dell'asse 6 al Dipartimento Energia, relativi ad opere di riqualificazione del patrimonio artistico, per un ammontare complessivo di circa 60 milioni di euro. Un fitto programma che nasce dall'allarme lanciato dal Comitato di sorveglianza sulla spesa dei fondi europei che aveva sottolineato il grave ritardo del Governo regionale.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento