mercoledì 24 luglio 2013

PRIMA PIRAMIDE EUROPEA? IL MISTERO SOTTO LA COLLINA

Semir Osmanagic, archeologo bosniaco, già nel 2005 rivelò di aver scoperto una piramide nella cittadina di Visoko, a 30 chilometri da Sarajevo. Secondo l’archeologo sarebbe stata coperta fino ad oggi sotto una collina, la quale effettivamente presenta una forma molto simile ad una piramide La sua dichiarazione fu sconvolgente, in quanto, se acclarata, ci troveremmo di fronte alla prima piramide in Europa.
Dopo questa rivelazione, le ricerche cominciarono immediatamente. La collina in questione è alta 220 metri, perciò se davvero sotto di essa si fosse nascosta una piramide, sarebbe stata di gran lunga la più alta del mondo. Cominciarono gli scavi, i quali inizialmente diedero risultati incoraggianti: vennero trovati dei blocchi di pietra perfettamente rettangolari. 
Dopo questo ritrovamento, Osmanagic modificò la sua teoria: le piramidi nascoste erano tre, e le altre due sarebbero situate sotto le altre colline della zona. Le piramidi di Osmanagic sono state battezzate come la piramide del sole (la prima), la piramide della luna e la piramide del drago. Molti diedero all’archeologo del ciarlatano, sostenendo che la collina è una formazione geologica naturale, tutt’altro che una piramide nascosta. Anche Zahi Awass, segretario generale del Consiglio supremo delle antiche egizie ed esperto archeologo, ha esaminato la collina sostenendo di aver riscontrato numerose tracce umane. La presenza di blocchi di pietra calcarea e arenaria non originari della zona confermano che sono stati trasportati dall’uomo. Gli archeologi affermano che vi sono alcuni indizi che farebbero pensare ad una costruzione artificiale, come scalini, cunicoli e muri. Le sue affermazioni e le ricerche nella collina portarono forti critiche contro Osmanagic, accusato di essere un ciarlatano, e contro le autorità bosniache, accusate di aver dato corda ad una teoria assurda. Il professor Vrabac, docente universitario di geologia, affermò che la collina è una fomazione naturale, la cui forma è la conseguenza dei processi endodinamici ed esodinamici dell’era post-miocenica. Le ricerche, cominciate nel 2006, si sono concluse nel 2012. Le affermazioni do Osmanagic sono state del tutto smentite, molti archeologi lo hanno accusato di promuovere nozioni pseudo scientifiche. Se queste affermazioni fossero state vere, oggi staremmo a parlare di una storia diversa da quella che conosciamo. Gli egiziani, perciò, restano i padri delle famose piramidi. Possiamo dire che Samir Osmanagic diede conclusioni troppo affrettate su una collina a forma di piramide, la quale però resta solo una collina!

di Riccardo Pompei per curiosone.tv



da nanopress.it

Nessun commento:

Posta un commento