martedì 16 luglio 2013

POMODORI ESPLOSIVI. UOMO IN PROGNOSI RISERVATA

Un comune lavoro domestico di stagione si trasforma in tragedia. Un uomo di Modica, G.T., 47 anni, è stato ricoverato d’urgenza al Centro “Grandi Ustioni” di Catania, in prognosi riservata, a seguito di un incidente domestico avvenuto nella sua abitazione. L’incidente domestico, che solo per un mero caso non ha coinvolto
altri membri della famiglia, si è verificato nella residenza di campagna della vittima, in contrada Bosco. L’uomo, dipendente dell'impresa di smaltimento rifiuti "Puccia", era occupato insieme ad alcuni familiari in quella che è l’attività cui in queste settimane si dedica gran parte dei modicani: la preparazione delle conserve di pomodoro. Operazioni casalinghe che si tramandano da generazioni e che, talune volte, possono purtroppo riservare sgradite sorprese, come in questo caso. Secondo la ricostruzione, alcune bottiglie di vetro, durante la fase di bollitura del pomodoro che già era stato imbottigliato, sono esplose, quasi come delle vere e proprie molotov, colpendo in pieno l’uomo, che collaborava alla preparazione della conserva, causandogli ferite e ustioni di primo e secondo grado su tutto il corpo. Solo il volto è stato, per fortuna, risparmiato. Soccorso dalla moglie e dagli altri familiari, l’uomo è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore, dove i medici, dopo le prime cure, hanno deciso per il trasferimento del paziente in un centro specializzato. È stato pertanto chiesto l'intervento dell’elisoccorso, che ha condotto il modicano al centro grandi ustioni di Catania, dove si trova ricoverato. I medici, come accennato, si sono riservata la prognosi. Non appena le condizioni cliniche lo consentiranno, non è escluso che l’uomo possa essere sottoposto ad un intervento chirurgico di reinnesto della pelle, laddove le ustioni sono più gravi, soprattutto alle mani e alle braccia. Pare, comunque, che non sia in pericolo di vita.
di Salvo Cimino

Nessun commento:

Posta un commento