lunedì 22 luglio 2013

MUORE AUTISTA MAZARESE IN UN INCIDENTE. L'AUTOCISTERNA MARSALESE E' PRECIPITATA IN UN VIADOTTO PIEMONTESE


L’autoarticolato precipitato, intorno alle ore 12.00 di ieri, dal viadotto autostradale dell’A6 Torino-Savona, all’altezza del Comune di Priero, provocando la morte sul colpo del conducente, che è stato sbalzato fuori dall’abitacolo, era di una ditta di Marsala ed era diretto in Piemonte per caricare del vino. Lo ha riferito la
polizia stradale di Mondovì, precisando che l’autista morto nell’incidente era siciliano. Si tratta di Giuseppe Mangione, 59 anni, di Mazara del Vallo. L’autocisterna per il trasporto vino, di proprietà della ditta “Lipari group” di Marsala, al momento dell’incidente era vuota. Ad avvisare la polizia stradale è stato un automobilista che ha assistito in diretta all'incidente. Stava precedendo il camion quando, guardando nello specchietto retrovisore, lo ha visto prima sbandare e urtare il guardrail sulla sua sinistra, quindi procedere a zig zag per qualche decina di metri, per poi sfondare la protezione e precipitare nel vuoto. Sul posto anche un elicottero del 118, carabinieri, vigili del fuoco di Ceva e Mondovì e Polstrada. L’autocisterna ha fatto un volo di almeno una cinquantina di metri.
E' caduta in una zona disabitata, nella zona di Priero, e, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, si è praticamente disintegrato. La cabina del mezzo articolato è finita completamente distrutta. L’incidente è avvenuto in un tratto in discesa, tra Millesimo e Montezemolo. Il conducente, che stava procedendo in direzione Torino, ha perso il controllo del mezzo all’altezza di una curva molto stretta. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, non è la prima volta che in quella curva avvengono incidenti. Il conducente è stato estratto senza vita dall’abitacolo. Sollevato con un verricello sulla sede stradale, è stato poi trasportato in elicottero all’ospedale di Ceva. La salma di Giuseppe Mangione è stata composta nella camera mortuaria dell'Ospedale a disposizione della magistratura. Non sono ancora note le cause dell’accaduto, forse un colpo di sonno, o un malore. I Carabinieri, che stanno procedendo con i rilievi del sinistro, escluso che sul camion si trovasse una seconda persona. L’autostrada Savona-Torino non ha subito interruzioni, solo qualche rallentamento per consentire il ripristino delle condizioni di sicurezza del tratto di guardrail scardinato.


Nessun commento:

Posta un commento