lunedì 22 luglio 2013

MESSINA DENARO HA IN MANO UN'INTERA PROVINCIA. NON LASCIAMO DA SOLI MAGISTRATI ...

E' questo l'appello lanciato dall'assessore regionale al Territorio Maria Lo Bello, a margine degli incontri svoltisi oggi presso la Prefettura di Trapani. "Noi abbiamo fatto una norma che impedirà la realizzazione di
nuovi parchi. Quando dico ciò molti imprenditori osservano che lì abbiamo fatto costruire solo ai mafiosi ed io rispondo che altri lo hanno consentito...". Il rappresentante del governo ha sottolineato il rischio di infiltrazione della mafia che in provincia ha fatto grossi affari anche negli ultimi anni attraverso la realizzazione dei parchi eolici. " La corruzione è un reato non è una debolezza. La corruzione è  un reato non è un'infrazione. La corruzione è il nostro peggiore nemico. Perché si deve sapere che tu, per ottenere un tuo diritto, continui la tua - spiega l'assessore Lo Bello - il tuo diritto lo traspormi in favore, il favore lo traspormi in clientela, la clientela in voti, il voto quindi non è più un diritto. Dietro questo concetto c'è la mancanza di libertà, quindi, queste parole diritto e libertà, come facciamo a ridargli diritto. Credo che siano queste le questioni più importanti. Poi, dietro si trascinano tutte le altre, c'è la porta che si apre e si chiude, ci sono tutti gli uffici tecnici che vengono rovinati. Qui c'è un'intera provincia in mano a Messina Denaro. Cioè è qui. Probabilmente può vivere anche qui vicino. Magari qui dentro, mentre noi stiamo parlando, lui ...  - una pausa e subito denuncia la Lo Bello - c'è, attorno a noi, qualcuno che gli va a riferire quello che stiamo dicendo. Questa cosa ci deve dare un senso di insicurezza. Abbiamo bisogno di proteggerci da loro. Lo possiamo fare attraverso protocolli di questo tipo, reti di questo tipo. Non lasciando da soli magistrati, le forze dell'ordine, il funzionario onesto, l’amministratore che vuole fare. Questo perché poi la solitudine rende fragile".
Estratto  intervista da www.socialtp.it/it/archivio/messina-denaro-ci-ascolta/

Nessun commento:

Posta un commento