giovedì 4 luglio 2013

FIOCCO AZZURRO NELL'ISOLA PANTESCA. BENVENUTO PIETRO

La Direzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale e del Dipartimento Materno Infantile dell’ ASP di Trapani danno il benvenuto al piccolo Pietro, nato, alle 4.30 del 3 luglio, al reparto maternità del Presidio Ospedaliero “B. Nagar” di Pantelleria. Quel reparto che doveva essere chiuso e che per un lungo periodo è stato veramente chiuso, costringendo 32 gestanti ad andare a partorire a Trapani, ha ricominciato a
funzionare grazie a lui, alle proteste delle donne isolane e all’interessamento dell’assessore Lucia Borsellino. Alla fine l' Asp ha ceduto e ha deciso di riaprirlo. La vittoria si chiama Pietro Ronaldo Tatanìa. 
Felicissimi i due giovani genitori, Marianna Rizzo e Dario Tatanìa, entusiasti gli abitanti dell’isola che potranno continuare ad assistere le proprie mogli, figlie e sorelle nel periodo più bello e difficile della vita rimanendo nel loro paese. E saranno molte le donne che potranno partorire vicino casa, senza affrontare duri viaggi in aereo o in nave per raggiungere ospedali lontani. Si torna a nascere a Pantelleria ma con dei limiti. Potranno effettuarsi sull'isola solo i parti fisiologici a basso rischio. Per le emergenze, per i casi di gravidanza difficile o per i cesarei Trapani o Palermo rimangono l’unica scelta possibile. Il percorso nascita, regolarmente operativo, ha già attivato miglioramenti organizzativi come le visite morfologiche in loco e sono state avviate le azioni necessarie a potenziare le risorse umane del Presidio nelle more della definizione, da parte della Commissione Salute a Roma, del Progetto Interregionale “Isole Minori” le cui linee guida sono già state esitate dalle tre Regioni capofila: Sicilia, Veneto, Toscana.

Nessun commento:

Posta un commento