martedì 16 luglio 2013

CASO DI LUPARA BIANCA RISOLTO DOPO 16 ANNI

Arrestati gli autori dell’omicidio di Vito Donzi, scomparso per ”lupara bianca” nel 1997. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Enna hanno eseguito due ordinanze di misura cautelare nei
confronti di
Salvatore Leonardi, 47 anni, boss di Catenanuova, già detenuto, e di Salvatore  Marletta, 54 anni, anche lui in carcere. L’attività investigativa, svolta dai carabinieri di Enna è stata coordinata dalla Dda di Caltanissetta e ha consentito di riscontrare le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Antonino Mavica, che, autoaccusandosi dell’omicidio di Vito Donzi, pregiudicato di Catenanuova che dalla fine di gennaio del 1997 non rientrò più nella propria abitazione, aveva raccontato che con lui Leonardi e Marletta fossero stati gli esecutori materiali del delitto. Dagli accertamenti svolti è emerso che Donzi era diventato un soggetto scomodo per il gruppo criminale mafioso che operava su Catenanuova perché ritenuto responsabile di numerosi danneggiamenti e furti ad alcune aziende locali che erano già soggette ad estorsioni. Il cadavere venne bruciato. In particolare Mavica ha raccontato che a commettere l’ omicidio materialmente sarebbero stati lui e Marletta, in un garage in disuso in aperta campagna, con la scusa di far vedere al Donzi un’autovettura rubata da smontare. Appena entrati però il collaboratore, già con la pistola in mano, avrebbe sparato due colpi contro Donzi di cui uno di grazia, mentre Marletta attendeva all’esterno alla guida dell’autovettura.

da BlogSicilia.it

Nessun commento:

Posta un commento