venerdì 12 luglio 2013

ARRESTATO OPERAIO SCAGLIATOSI CONTRO UN CARABINIERE DOPO AVER AGGREDITO I GENITORI

Un giovane operaio partannese è stato deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Voleva a tutti i costi l'auto. Ha dapprima picchiato i genitori e poi s'è scagliato contro i carabinieri intervenuti per calmarlo. L'operaio di venticinque anni è stato arrestato dai militari dell'Arma della stazione di Partanna. Il giovane, dopo avere tentato invano di farsi consegnare le chiavi dell'auto, ha minacciato ed aggredito i genitori. I due anziani coniugi, terrorizzati, hanno chiesto immediatamente l'intervento dei carabinieri, ma il venticinquenne, per nulla intimorito, ha continuato a minacciare di morte i genitori anche alla presenza dei militari. Poi s'è scagliato contro uno dei carabinieri che cercava di ricondurlo alla calma, frantumandogli gli occhiali. E' stato quindi bloccato e condotto in caserma. Dopo la convalida del fermo è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Nessun commento:

Posta un commento