lunedì 24 giugno 2013

SCALA LASCIA A SORPRESA LA PRESIDENZA DELL'ANCI SICILIA

L'ex sindaco di Alcamo, Giacomo Scala, ha colto di sorpresa l'ufficio di presidenza dell'associazione dei Comuni siciliani. "Dimissioni irrevocabili", che mettono la parola fine ad un rapporto sino ad oggi collaborativo e proficuo per tutti i comuni siciliani. A darne ufficialmente notizia è l’Ufficio di Presidenza dell’Anci Sicilia, riunitosi questa mattina nella sede di Villa Niscemi. Nella nota si parla di "decisione inaspettata che ci coglie di sorpresa". Per lo stesso ufficio di presidenza "si sospende un percorso che aveva dato risultati importanti". Alla riunione dell’Ufficio di Presidenza erano presenti: Mario Emanuele Alvano, segretario generale dell’Anci Sicilia, Paolo Amenta e Luca Cannata, vice presidenti dell’Associazione e Giulio Tantillo. "Apprendiamo con rammarico delle dimissioni irrevocabili presentate dal presidente Giacomo Scala, una decisione inaspettata che ci coglie di sorpresa". L'inaspettata dimissione giunge alla vigilia di due importanti eventi per l'Anci Sicilia, in programma proprio per il 25 e il 26 giugno 2013. Domani si terrà, nella Sala Gialla di Palazzo dei Normanni a Palermo, il Convegno “La cultura dei diritti nella Pubblica Amministrazione. Il Fondo Europeo per l’Integrazione e la garanzia dell’accesso ai servizi pubblici da parte dei cittadini stranieri”. Il convegno vedrà la partecipazione del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, la Ministra dell’Integrazione Cécil Kyenge, i referenti del FEI, i rappresentanti del Ministero del Lavoro, del Ministero dell’Interno, dell’UNAR, dei Comuni e delle Prefetture siciliane ed i vertici ANCI ed Ancitel. Mentre mercoledì 26 giugno era in calendario a Villa Niscemi la 'VII Assemblea pre-congressuale'. "Si sospende – spiegano i componenti della presidenza – un percorso di grande impegno che ha rafforzato il ruolo dell’Associazione e che ha contribuito a fare sentire più forte la voce degli enti locali fornendo significativi contributi alle scelte del governo regionale. Il nostro obiettivo sarà quello di proseguire il percorso fin qui intrapreso in modo da portare a termine le iniziative avviate e continuare a garantire all’Associazione un ruolo strategico a tutela degli interessi e delle esigenze dei comuni dell’Isola". 

Nessun commento:

Posta un commento