domenica 12 maggio 2013

SE LA CRISI MORDE, LA BICICLETTA E' SALUTARE PER IL VOSTRO CORPO E PER IL PORTAFOGLIO

Se la crisi morde e non potete permettervi l’abbonamento alla palestra per tornare in forma, né la benzina per andare a lavoro, pensate positivo e unite l’utile e il dilettevole. Per entrambi i problemi la risposta è una sola: andare in bicicletta! Lo dicono sempre più esperti, lo dice la società … basta guardarsi intorno per vedere in giro sempre più ciclisti, anche in mezzo al traffico. Andando in bicicletta si allenano i muscoli, che ritrovano forza ed elasticità; si allena il cuore, che impara a pompare a diverse velocità mantenendo ben lubrificati i vasi sanguigni; si tengono in moto le articolazioni ma soprattutto si smaltiscono i chili in eccesso! E naturalmente si risparmia anche in benzina! Nonostante le città italiane non siano affatto a misura di ciclista, sempre più persone scelgono la bici come mezzo di trasporto e come “palestra” preferita. I tipi di biciclette sono tanti e ormai adatti a ogni esigenza. Abbandonate le “bici da passeggio”, tipiche delle zone di pianura e tanto amate dalle signore, ormai qualsiasi bicicletta presenta due o più marce che permettono di affrontare anche terreni accidentati e pendenze. Si diffondono sempre più le Mountain Bike e le biciclette elettriche.Queste ultime sono più costose (tra 700 e 2000 euro) ma valgono il sacrificio se si pensa che con un unico mezzo potete fare moto (pedalando) nelle zone pianeggianti e riposarvi (azionando il motorino elettrico) nelle salite. La batteria si ricarica col movimento dei pedali per cui avrete sempre la comodità a disposizione quando il corpo avrà raggiunto il limite.

Nessun commento:

Posta un commento