domenica 12 maggio 2013

MORTA IN CASA DA OLTRE UN MESE E MEZZO, LA FA TROVARE IL LADRO CHE SE LA DA A GAMBE ELEVATE

Era morta da oltre un mese e mezzo nella sua casa e nessuno se n'era accorto. A trovare il corpo è stato un ladro, entrato nella casa per un furto e fuggito alla vista del cadavere di Carmela Floridia, 77 anni. Il cancelletto lasciato aperto ha finalmente allertato i vicini di casa della via Tommaso Fazello, a Noto, in provincia di Siracusa, che hanno chiesto l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco, insieme ad una pattuglia della polizia.  A mettere in guardia i vicini di casa della donna sarebbero state alcuni particolari sulle abitudini che l’anziana era solita fare quotidianamente ed invece non venivano più svolte. Per esempio l’aver lasciato il cancello di ferro non chiuso all'ingresso dell’abitazione. Non sembra infatti inverosimile la tesi secondo cui uno o più ladri si sarebbero introdotti nell'appartamento della donna che era interamente a soqquadro. E’ evidente che i ladri non si attendevano la scena di chi gli si sarebbe materializzata davanti. Tranne per l'ultimo ladro, sicuramente un giovane facilmente impressionabile, che alla vista del cadavere putrefatto, se l'è data a gambe elevate lasciando il cancelletto aperto. Gli agenti hanno riscontrato i segni di effrazione, segno del passaggio dello scassinatore, e hanno trovato l'alloggio in disordine. Nessun dubbio però sulla morte naturale della donna. Il corpo giaceva nella vasca da bagno in avanzato stato di decomposizione. Il cadavere dopo l’arrivo e l’esame da parte del medico legale, è stato rimosso e trasferito all'obitorio del cimitero di Noto, in attesa di sepoltura. L’anziana donna, così come hanno indicato i suoi vicini, non era sposata e nella sua vita aveva lavorato come collaboratrice scolastica in alcune scuole di Noto. Carmela Floridia, dopo la morte della sorella avvenuta alcuni anni fa, viveva da sola.

Nessun commento:

Posta un commento