lunedì 13 maggio 2013

ATTESA AUTOPSIA PER IL PICCOLO MATTEO

CASA BIMBO MORTO
La morte del piccolo Mattia, il bimbo di Salemi, deceduto dopo una caduta mentre giocava nel giardino dei nonni, non ha convinto del tutto gli inquirenti. Il magistrato, dopo aver ascoltato a lungo i genitori, il padre Giuseppe Billitti, gestore di un patronato, la madre Caterina Palermo, oltre i nonni materni del piccolo, ha deciso di disporne per oggi l’autopsia sulla salma per accertare le cause che ne hanno determinato la morte. A non convincere gli inquirenti le troppe ferite da taglio, all'altezza della carotide, della scapola, sulla nuca e sulla clavicola, rinvenute sul corpicino del bimbo che a luglio avrebbe compiuto due anni. Ad allertare polizia e carabinieri erano stati gli stessi sanitari dell’ospedale di Castelvetrano. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, eseguita dagli agenti del commissariato di Castelvetrano, che hanno effettuato un sopralluogo, il bambino, sfuggendo per pochi attimi all'attenzione dei
congiunti, si sarebbe arrampicato su alcune pedane in legno, cadendo da un’altezza di circa un metro e mezzo e battendo la testa a terra, morendo in seguito alle gravi ferite riportate. Potrebbe essere stato un gancio di ferro ad avere procurato la profonda ferita alla testa del piccolo Mattia. Il piccolo, sveglio al punto che gli si doveva stare sempre un po’ dietro, era solito nascondersi per giocare e si arrampicava su alcune pedane che si trovano vicine ad un trattore. Il dirigente del Commissariato di Castelvetrano, Giovanni Modica, si è recato sul luogo della tragedia assieme al medico legale per cercare di comprendere i tagli nel corpo del piccolo. Un’altra ipotesi, al vaglio degli inquirenti, è che il piccolo Mattia sia potuto cadere dal primo piano dell’abitazione in costruzione. Le indagini, attualmente in corso, forniranno un quadro più chiaro, ma sarà l’autopsia, attesa per oggi, che dovrà accertare se il bambino presenta delle fratture, facendo ulteriore chiarezza su ciò che è realmente accaduto in quella casa di campagna tra Vita e Salemi.

Nessun commento:

Posta un commento