martedì 23 aprile 2013

STOP A PIGNORAMENTI SU PENSIONI E STIPENDI INFERIORI A 5 MILA EURO MENSILI

Non sarà possibile alcun pignoramento, da oggi, sui conti correnti bancari o postali dove vengono versati stipendi e pensioni. Lo chiarisce in una nota interna Equitalia spiegando che "con decorrenza immediata" per i contribuenti lavoratori dipendenti e/o pensionati non si procederà  "in prima battuta, a pignoramenti presso Istituti di credito/Poste". "Tali azioni - si legge nella nota - saranno attivabili solo dopo che sia stato effettuato il pignoramento presso il datore di lavoro e/o l'ente pensionistico e che, in ragione delle trattenute accreditate, il reddito da stipendio/pensione risulti pari o superiore a 5 mila euro mensili". 
da AGI

Nessun commento:

Posta un commento