sabato 6 aprile 2013

PRESO IL MANIACO DELLE AGGRESSIONI NOTTURNE NEI FINE WEEK END


Preso il presunto aggressore di alcune giovani donne alcamesi. Sembra essere finito l'incubo ad Alcamo. I carabinieri hanno fermato un giovane romeno accusato di avere seminato il panico tra le ragazze della città nelle notti dei week end. A tradirlo sono state le telecamere di video sorveglianza. Agli arresti domiciliari è finito Aurel Marusac, di 24 anni, sospettato di essere l'autore della serie di aggressioni ai danni di alcune ragazze alcamesi. Cinque in tutto le vittime, di età compresa tra i 17 ed i 25 anni. I carabinieri, che hanno condotto le indagini, hanno ricostruito tre episodi avvenuti di notte. A lui sono riconducibili le aggressioni dello scorso 4 marzo ai danni di due giovani di 21 e 23 anni, una delle quali era rimasta ferita al collo con un'arma da taglio. Poi ancora due giovanissime diciassettenni, colpite alle spalle con calci e pugni, sempre di notte e sempre nel fine settimana. Una aveva subito una lesione all'arcata dentaria ed un trauma al ginocchio. L’altra era stata colpita ad uno zigomo. Infine, l’ultima aggressione era andata oltre. Il rumeno aveva seguito la giovane, lo confermano le immagini della videosorveglianza, e quando ha ritenuto che il buio era sufficiente per agire le ha alzato la gonna toccandola nelle parti intime. Ma la reazione della ragazza l’ha messo in fuga. E’ riuscito a colpirla al volto ma ha preferito allontanarsi in fretta. Le indagini dei carabinieri, sulla scorta dei video e delle denunce hanno permesso di individuare l’aggressore che è stato bloccato in un’abitazione nel centro storico alcamese. In casa, oltre ai vestiti riscontrabili nei video, i militari hanno anche ritrovato alcuni dvd a luci rosse. Gli indizi raccolti in sede di perquisizione domiciliare hanno permesso infine di denunciare il giovane all’Autorità giudiziaria. Il procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola, ed il titolare dell'indagine, il magistrato Antonio Sgarrella, hanno accolto la richiesta di arresto che è stata convalidata dal giudice per le indagini preliminari Lucia Fontana. Marusac si trova ora agli arresti domiciliari.