domenica 14 aprile 2013

“OCCHIO AI VIGILI FOTOGRAFI”.

E’ proprio il caso di dirlo visto che, da qualche giorno, in città stanno fioccando multe per divieto di sosta e per guida senza casco. La polizia municipale ha modificato l’organizzazione delle zone e delle modalità d’intervento per “pizzicare” chi non rispetta le regole. Adesso i vigili urbani marsalesi sono dotati di due fotocamere mobili, collocate sulle loro auto di servizio, in grado di fotografare anche a notevole distanza, grazie ad un potente zoom, il numero di targa delle auto in sosta in doppia fila. Lotta senza tregua alle infrazioni al Codice della strada da parte degli agenti della Polizia municipale della città lilibetana,coordinati dal comandante Vincenzo Menfi. Nessuna tolleranza per i proprietari dei veicoli, che verranno multati anche in caso di presenza in auto. Si tratta di una sanzione di 41 euro, non contestabile, dato che la fotografia sarà prova documentale. “L’obiettivo non è far cassa” chiarisce subito il comandante della Polizia municipale, Vincenzo Menfi, prima di ribadire che la “stretta” sui controlli è stata sollecitata dai marsalesi stanchi di ritrovarsi con i passi carrai bloccati o con il transito impedito dalle auto parcheggiate fuori posto. Altrettanta attenzione, però, la polizia municipale intende riporla per individuare i conducenti dei ciclomotori sprovvisti di casco protettivo obbligatorio per legge. Spesso molti giovani cui viene intimato l'alt sfuggono al controllo e si dileguano, non avendo i vigili urbani l'obbligo di rincorrerli. In questo modo, con le fotocamere in azione, indirizzate solo a cogliere il numero di targa, verranno individuati e multati. Per loro la contravvenzione è decisamente più elevata. Si tratta di 80 euro e un fermo amministrativo per la durata di 60 giorni. Dopo la caccia ai trasgressori circa le norme sul deposito dei rifiuti, dunque, gli agenti della Polizia municipale sono orientati all'imposizione del rispetto del Codice della strada.

Nessun commento:

Posta un commento