martedì 9 aprile 2013

MAFIA & POLITICA: IL VIDEO DEI BENI SEQUESTRATI

Altro colpo al boss Messina Denaro. Il boss di Cosa Nostra avrebbe utilizzato due imprenditori insospettabili. La Divisione anticrimine della questura di Trapani e la finanza sequestrano beni e società , per un valore di 30 milioni di euro, degli imprenditori Francesco e Vincenzo Morici. Tra le carte dell'inchiesta, pure i rapporti con la politica. E spunta il nome del senatore trapanese Antonino d'Alì.


I MORICI Francesco e Vincenzo sono risultati appartenere ad un gruppo di imprenditori che “cosa nostra” ha utilizzato, prima per volontà del famigerato capo mafia VIRGA Vincenzo e, dopo il suo arresto, del reggente pro tempore PACE Francesco, su mandato del rappresentante provinciale MESSINA DENARO Matteo allo scopo di esercitare, per oltre un decennio, il condizionamento nelle fasi di aggiudicazione di appalti, nella esecuzione delle opere e nelle forniture. I MORICI hanno operato utilizzando un reticolo di imprese, le più importanti costituite in Roma, finalizzate al controllo occulto dei più importanti pubblici incanti aggiudicati a Trapani,(tra cui i lavori di strutturazione del Porto di Trapani nel contesto della manifestazione c.d. “Luis Vuitton act 8 e 9”, preregata della America’s) , lavori effettuati con metodologie e materiali non conformi, tali da alterare la stabilità delle opere nel tempo. Il sequestro anticipato ai fini della confisca eseguito in Trapani, Roma, Milano Gorizia, Pordenone (con l’ausilio dei Reparti territoriali della G. di F. e della Divisione Anticrimine della Questura di Roma), ha riguardato il patrimonio immobiliare e mobiliare (case, terreni, ville, autovetture, conti correnti, barche a vela, ecc.) nella disponibilità di MORICI Francesco e MORICI Vincenzo ü interi complessi aziendali - beni mobili, immobili, mobili registrati, conti correnti - e tutte le quote sociali delle seguenti società/imprese: o MORICI FRANCESCO & C. Sas o MORICI IMMOBILIARE di MORICI Francesco & C. Sas o COLING S.p.a.Con sede in Roma, in via Ruffini nr. 2/A o Impresa Individuale MORICI Francesco o Impresa Individuale MORICI Vincenzo 
Quota intestata alla COLING S.P.A. della TRAPANI INFRASTRUTTURE PORTUALI S.C.A.R.L . con sede in Roma, via Carlo Zucchi nr. 25, presso la “Soc. Italiana Dragaggi S.p.A.”;
Quota intestata alla MORICI FRANCESCO & C. S.A.S. della LITORANEA NORD S.C.A.R.L.
Quota intestata alla COLING S.P.A. della LA FUNIVIA S.C.A.R.L.
Quota intestata alla COLING S.P.A. della SPERONE S.C.A.R.L.
Quota intestata alla COLING S.P.A. della TORRE ASCENSORI S.C.A.R.L.
Quota intestata a MORICI VINCENZO della EUMEDE S.R.L. 
con sede in Roma, Largo Gaetano La Loggia nr. 33
Quota intestata a MORICI VINCENZO della PORT SERVICE S.R.L.
Quota intestata a MORICI FRANCESCO della TRAGHETTI DELLE ISOLE S.P.A.
Quota intestata a COLUCCIA LORENA della TOURING SERVICE & CONSULTING S.R.L. Con il medesimo decreto, accogliendo l’urgente proposta patrimoniale, il Tribunale di Trapani - Sezione Misure di Prevenzione ha altresì ordinato, per il periodo di sei mesi, la sospensione degli organi amministrativi delle seguenti società, disponendone l’amministrazione giudiziaria: 
TRAPANI INFRASTRUTTURE PORTUALI S.C.A.R.L. con sede in Roma, via Carlo Zucchi nr. 25, presso la “Soc. Italiana Dragaggi S.p.A.”; Per tali lavori, ancora in corso, le operazioni di sequestro ed amministrazione giudiziaria riguardano, oltre alle imprese, anche il cantiere sulla relativa aerea portuale di Trapani.
LITORANEA NORD S.C.A.R.L.
LA FUNIVIA S.C.A.R.L.
SPERONE S.C.A.R.L.
TORRE ASCENSORI S.C.A.R.L.
EUMEDE S.R.L.con sede in Roma, Largo Gaetano La Loggia nr. 33

Nessun commento:

Posta un commento