sabato 20 aprile 2013

INTIMIDAZIONE CON PISTOLA GIOCATTOLO A COMANDANTE DEI VIGILI URBANI

Ennesima intimidazione nei confronti del comandante della polizia municipale di Marsala, Vincenzo Menfi. Una pistola giocattolo è stata rinvenuta ieri mattina davanti al portone d'ingresso del condominio in cui abita il dirigente. Il primo ad accorgersene è stato, alle sette del mattino, un vicino di casa del comandante. L'arma giocattolo era posizionata sul box metallico del quadro elettrico del palazzo. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri, che hanno avviato le indagini per accertare se si tratti, come appare probabile, dell'ennesima intimidazione al comandante della polizia municipale marsalese, al quale, due anni addietro, il 13 aprile 2011, è stata bruciata l'auto, sempre sotto casa. Da allora al comandante Menfi, che è ritornato a guidare il corpo dei vigili di Marsala lo scorso settembre, è stato assegnato un servizio di tutela. Con lui venne messo sotto scorta anche l'ex Sindaco Renzo Carini. Menfi ha caratterizzato il suo impegno alla guida del corpo dei vigili urbani
di Marsala con una lotta concreta contro tutte le forme di abusivismo. Dall'abusivismo edilizio a quello commerciale fino ai posteggiatori, autentica piaga della città. Negli ultimi mesi il comandante ha potenziato e riorganizzato il nucleo di Polizia Ambientale istituito all'interno del Comando dei Vigili Urbani, operando diversi sequestri in materia di tutela dell'ambiente. Impegnato anche alla Procura di Marsala, Menfi è responsabile della sezione di Polizia Giudiziaria dei vigili urbani alla Procura, ed è uno dei più stretti collaboratori del Procuratore Capo, Alberto Di Pisa, che non ha mancato di rivolgergli, per alcune sue inchieste in materia ambientale, attestati di stima ed encomi. Sull'episodio indagano i carabinieri. Dai primi accertamenti, la pistola giocattolo risulta nuova, segno che è stata acquistata con il solo scopo di essere abbandonata, all’alba, sotto la casa del comandante. “L’ennesima intimidazione – dichiara il sindaco di Marsala, Giulia Adamo – nei confronti di un dirigente e di un uomo di polizia, integerrimo e dedito al lavoro, rappresentano un segno evidente di come l’affermazione della legalità del territorio contrasta con gli interessi di micro e macrocriminalità”. Ma il comandante della polizia municipale di Marsala, Vincenzo Menfi, non si lascia intimidire “In questi momenti deve prevalere il coraggio. Non c'è nessuna attività che possa giustificare una reazione di questo tipo – ha spiegato il dirigente Menfi –. Certamente il comando svolge una funzione importante di controllo del territorio che ci porta ad infliggere delle sanzioni. Non si può escludere che qualcuno abbia deciso di reagire”.

Nessun commento:

Posta un commento