martedì 30 aprile 2013

AVENDO IL MINISTRO, L'UDC TORNA DI TENDENZA

Il giorno che il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha nominato tra i Ministri, il messinese Giampiero D’Alia, titolare della delega per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione, nel trapanese anche i più sprovveduti esponenti del partito dell’Unione di centro hanno immediatamente realizzato che occorreva immediatamente risalire sul taxi del partito. E poi c’è chi si infuria quando si dice che i partiti, ormai, sono come corriere dalla quali salire e scendere a piacimento. Ed ecco che a Marsala, con D’Alia Ministro del Governo Letta, torna di moda l’Udc. Il Sindaco di Marsala, Giulia Adamo, a titolo personale e nella qualità di Presidente dell’Udc siciliana, ha espresso il suo più vivo compiacimento al neo Ministro. “Per il mio compagno di partito, che si è sempre distinto per onestà, operatività, professionalità ed impegno si tratta di un giusto e meritato riconoscimento che coinvolge anche l’intera Udc siciliana che con grande coraggio e senso civico è riuscita a rinnovarsi e a tagliare quei rami secchi del partito che ne condizionavano sia la funzionalità che l’immagine”. Questo è il commento del Sindaco di Marsala, Giulia Adamo, dopo avere appreso dell’importante incarico affidato all’onorevole siciliano, segretario politico dell’Udc regionale. “Auspico inoltre – sottolinea Giulia Adamo – che con D’Alia Ministro, ed anche con gli altri due rappresentanti isolani nel Governo centrale, la nostra terra di Sicilia possa trovare gli input giusti per crescere sia qualitativamente che produttivamente. In questo momento di gioia per il mio partito, voglio rivolgere un sentito pensiero ed un augurio di pronta guarigione ai due carabinieri rimasti ieri gravemente feriti in un agguato a Roma, proprio mentre il nuovo consiglio dei Ministri prestava giuramento davanti al Capo dello Stato”. Parole di apprezzamento quelle del sindaco Adamo. Lei, però, che negli ultimi mesi è stata lontana anni luce dalla politica dell’Udc, disinteressandosene. Soprattutto in occasione delle elezioni politiche dello scorso febbraio, quando il suo partito ha registrato un tonfo senza precedenti in tutta la Sicilia e in particolare a Marsala, dove ha avuto l'1,8% dei voti. Ma ora che c'è D'Alia ministro, l'Udc torna di tendenza. Ed ecco che allora spunta a fare gli auguri a D'Alia a nome del "coordinamento comunale e del gruppo Consiliare dell’Udc di Marsala", anche Renato Curcio, cognato del Sindaco Adamo, segretario locale del partito, che non ha una vera e propria sede a Marsala, tranne che una specie di locale, dove gli anziani giocano a carte in Corso Gramsci.

Nessun commento:

Posta un commento