martedì 23 aprile 2013

ARRESTI IN TUTTA ITALIA PER GUERRA DEL '91 TRA STIDDA E COSA NOSTRA

La Squadra mobile di Caltanissetta ha eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti esponenti delle cosche mafiose di Gela e di Niscemi ritenuti responsabili di due omicidi e di un tentativo di omicidio compiuti agli inizi degli anni '90, nell'ambito della guerra tra Stidda e Cosa nostra. 
I provvedimenti restrittivi, emessi dalla magistratura di Catania su richiesta della Dda etnea, sono stati eseguiti in Sicilia e in altre regioni.La squadra mobile di Caltanissetta, in collaborazione con gli agenti del commissariato di Niscemi e delle squadre mobili di Potenza, L'Aquila, Firenze, Milano, Perugia, Roma, e con l'Interpol e la polizia tedesca, avrebbe alzato il velo sull'omicidio di Paolo Nicastro, sul tentativo di omicidio di Antonino Pitrolo e Salvatore Calcagno e sull'omicidio di Salvatore Campione e il contestuale tentativo di omicidio di Gianfranco Arcerito. Tutti i delitti sono avvenuti nella seconda metà del '91 nel corso della sanguinosa guerra di mafia nel nisseno.

Nessun commento:

Posta un commento