sabato 30 marzo 2013

PARTO RECORD. NEONATO DI OLTRE 7 CHILI

In Gran Bretagna una donna ha messo al mondo un bimbo di 7 chili di peso. Alla nascita pesava oltre il doppio rispetto a un bebè normale. sei settimane di vita veste come un bebè di 6 mesi, ma i medici assicurano “la sua taglia si normalizzerà con il tempo e crescerà normalmente”.

Potrebbe quasi sembrare la trama di un film della Disney alla “Tesoro, mi si è allargato il ragazzino”, ma questa volta Wayne Szalinski non c'entra proprio nulla. Parto record in Gran Bretagna, dove una donna ha messo al mondo un neonato di più di 7 chili di peso. Gravi le difficoltà durante il travaglio, tanto che i medici del Gloucestershire Royal Hospital, dove la madre era ricoverata, gli avevano dato dolo il 10% di possibilità di sopravvivere; nonostante tutto il bebè ce l'ha fatta e gode ora di ottima salute. Il piccolo, si fa per dire, George, è quindi potuto tornare a casa insieme ai suoi genitori, Jade e Ryan di 21 anni, seguito con attenzione dai media britannici che continuano a pubblicarne foto anche a distanza di 6 settimane, le quali evidenziano come sia necessario un guardaroba “alternativo” per vestirlo, dato che la sua taglia raggiungerebbe quella di un bambino di 6 mesi. La giovane madre ha spiegato di aver subito un grosso trauma e di essersi notevolmente preoccupata, soprattutto in una fase del parto in cui il piccolo sembrava essersi incastrato nel canale uterino. Immediatamente dopo l'espulsione del neonato è stata necessaria la rianimazione e il trasferimento in un reparto specializzato, ma una volta stabilizzato Gorge è potuto uscire dall'ospedale per andare a conoscere la sua nuova casa. La mamma 21enne spiega di aver subito un grande trauma quando sembrava che il piccolo fosse incastrato con le spalle nel canale uterino e che una volta nato non respirasse: è stata necessaria la rianimazione e il trasferimento in un reparto specializzato. Ora, assicura la ragazza, «ci hanno detto che è tutto normale e che la sua "taglia" si normalizzerà con il tempo. Crescerà normalmente».
Fonte: Corriere della sera