martedì 12 marzo 2013

MAI PIU' DONNE INCINTE

Una nuova proposta di legge svedese richiede che non venga più utilizzata la dicitura "donna incinta", per non discriminare i transessuali che abbiano mantenuto la possibilità di procreare.

In Svezia non esiteranno più le donne incinte. Mai più. Ma, l'incremento demografico non subirà certamente variazioni per questo motivo. Una nuova proposta di legge, presentata nella nazione nordica, richiederebbe infatti che venga mutata la dicitura"donna incinta" a favore della più politicamente corretta "persona incinta". Uno stratagemma linguistico atto a non offendere tutti quei transessuali che, pur avendo mutato il proprio sesso da femmina a maschio,
abbiano mantenuto la capacità di procreare. Certo la Svezia non è nuova a questo genere di estremizzazioni antidiscriminatorie: aveva già fatto scalpore la nascita nella nazione dell'asilo in cui non esistono né maschi né femmine. Poi, la diffusione dei giocattoli neutri per bambini. Ancora, le accuse all'omino pan di zenzero, giudicato razzista. E ora la messa al bando delle donne incinte. Il tutto appare come una sorta di fondamentalismo "politically correct" che rischia di scivolare nel grottesco.
Fonte: ArticoloTre