martedì 5 marzo 2013

L'AUMENTO DEI COSTI DELLE "BIONDE" INCENTIVA A SMETTERE

Toronto - Il costo eccessivo delle sigarette può stimolare a smettere di fumare, secondo una nuova ricerca dell'Ontario Tobacco Research Unit che ha dimostrato che le persone che fumano sigarette di contrabbando a basso costo in Canada hanno meno possibilità di dire addio alle "bionde" nel breve periodo delle persone che fumano sigarette più dispendiose. Lo studio condotto da Graham Mecredy è stato pubblicato sul Canadian Medical Association Journal. "Riteniamo che il prezzo delle sigarette eserciti un impatto significativo sulla volontà del fumatore di smettere di fumare" ha spiegato Mecrdey. "Il gap sostanziale tra il costo delle sigarette di contrabbando e quello delle sigarette è risultato un fattore determinante nell'indurre le persone a continuare o a smettere di fumare" ha precisato Mecredy. "Il consumo diminuisce in proporzione alla crescita dei prezzi, ecco perché chi fuma sigarette di contrabbando ha meno possibilità di smettere di fumare". 
Un pacchetto di 20 sigarette di contrabbando in Canada costa 2,50 dollari contro il costo medio delle sigarette in commercio che varia da 6,30 a 10,30 dollari. "Eliminare le sigarette di contrabbando dal mercato aiuterebbe molte persone ad abbandonare il vizio del fumo", ha concluso Mecredy. 

Fonte: AGI