domenica 10 marzo 2013

LA BELLEZZA NON HA PIU' CAVIE. STOP DALL'UE

Un sonoro stop, divieto imposto dall'Unione Europea, ai test sugli animali per i prodotti cosmetici entrerà in vigore domani. È la tappa più recente di una strada lunga 20'anni. Parola di Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente: «Le aziende cosmetiche utilizzeranno altri metodi per testare i vari prodotti, diventando un esempio per tutti i settori che continuano, invece, a impiegare la sperimentazione infliggendo agli animali terribili sofferenze». L'Europa che insegna a svuotare le gabbie, dunque, nelle quali le cavie di laboratorio morivano cosparse o inoculate di ingredienti tossici. Per questo è chiamata «Cruel Cosmetics», cosmetica crudele, la pratica non più a norma di legge di dire «sì» o «no» ad un prodotto sulla pelle di un animale. Già nel marzo 2009 l'Ue aveva bandito l'utilizzo, nel territorio comunitario, di far circolare prodotti così testati altrove. Non aveva ancora impedito, questa restrizione , pericoli quali la
tossicità per uso ripetuto, inclusa la cancerogenità. Il divieto in vigore da domani è un passo verso la produzione europea «cruelty-free», cioè «senza crudeltà», che ha richiamato l'attenzione di Legambiente dopo i recenti scossoni a Green Hill, nei quali l'associazione aveva condotto la protesta in prima linea per la liberazione dei beagle. Il punto - proprio per Legambiente - è lo svantaggio di sacrificare, vessare, mutilare nelle proprie funzioni esseri viventi «senza con ciò garantire maggiore sicurezza per la salute e l`ambiente». Loro in una gabbia e noi tutt'altro che in una botte di ferro. Un invito, quello dell'Ue, a spostare la ricerca su bersagli che non soffrono. «Sono ancora troppi in tutto il mondo. Ci auguriamo che il divieto dell'Ue alle imprese cosmetiche apra una profonda riflessione anche negli altri Paesi, negli altri settori economici e ancor più nel mondo della ricerca». Una ricerca che, da domani, affonderà le mani nell'innovazione invece che in tante piccole sacche di vita.
Fonte: il Giornale.it