venerdì 22 marzo 2013

GLI ITALIANI LAVORANO PIU' DEI TEDESCHI E DEI FRANCESI

Nel 2011 gli italiani hanno lavorato in media 1.774 ore a testa, il 26% in più dei tedeschi e il 20% in più dei francesi ma analizzando il Pil per ora lavorata, si vede che i tedeschi producono il 25% in più degli italiani, i francesi quasi il 40% in più

Chi in Italia ha un'occupazione lavora davvero. E lavora tanto, molto più dei colleghi tedeschi e dei francesi. I dati sono chiari e contenuti in una ricerca della Confcommercio, dalla quale emerge che però le tare del nostro sistema produttivo fanno sì che la produttività di ogni singola ora lavorata sia molto inferiore rispetto ai principali Paesi europei concorrenti. I dati sono questi: nel 2011, ultimo anno per il quale sono disponibili rilevazioni omogenee, gli italiani hanno lavorato in media 1.774 ore a testa, il 26% in più dei tedeschi e il 20% in più dei francesi. Ma la ricerca dell'associazione dei commercianti che mette in luce il 'boom' della povertà, presentata nel corso dei lavori della due giorni di Cernobbio e organizzata insieme allo Studio Ambrosetti, evidenzia anche come in Italia si realizzi un prodotto mediamente pari a 36 euro per ora lavorata (in lieve incremento dai 34,6
euro del 1997), mentre la singola ora in Germania vale 44,8 euro (+25% rispetto all'Italia e in netto aumento rispetto ai 37,6 euro del 1997). In Francia si sale a 50,3 euro di Pil per ora lavorata: significa quasi il 40% in più sull'Italia, anche in questo caso in chiara crescita rispetto a fine anni '90 quando ogni ora generava 41,8 euro. E chi più lavora in Italia è chi si è messo in proprio: un dato forse scontato, ma non in queste dimensioni. Secondo Confcommercio chi ha un'occupazione indipendente lavora quasi il 50% in piu' del lavoratore medio: in media 2.338 ore all'anno, che significano tre mesi in più rispetto a chi ha un posto fisso. Sabati e domeniche incluse.

Fonte dati Confcommercio