sabato 9 marzo 2013

E' MORTO IL REGISTA DAMIANO DAMIANI

Nato a Pasiano di Pordenone il 23 luglio del 1922 è stato scrittore, attore e regista di forte impegno civile che è riuscito a coniugare con il cinema popolare. Tra i suoi film più noti "Pizza connection", "Il giorno della civetta" (1966) e "La Piovra" (1984) una serie televisiva. Damiani si occupò molto di cronaca nera ed inchieste siciliane, tra queste "La storia dell'Evis", un documentario su Antonio Canepa con interviste ad alcuni protagonisti della vicenda del 1946, scomparso dall'archivio della Rai. Inchiesta giornalistica, cronaca nera, il poliziesco e il thriller furono componenti di un linguaggio originale che
ne caratterizzarono stile e personalità del regista morto ieri notte, ovvero 12 anni dopo il suo ultimo lavoro, "Assassini dei giorni di festa". Poi il lavoro su Gesù di Nazareth: "Dargli il volto e il corpo di un attore mi fa sentire insufficiente e smarrito" raccontava. Che Damiano Damiani fosse affascinato dal mistero del sacro è testimoniato da un progetto rimasto tale, uno dei tanti film incompiuti che affollano la storia del cinema. Si intitola "La voce della Sindone" ed è un trattamento scritto nel 1998 assieme alla figlia Sibilla. I funerali del regista Damiano Damiani si svolgeranno oggi alle 14.30 nella Chiesa di Santa Prisca all'Aventino a Roma.