lunedì 18 marzo 2013

DISPOSTA LIBERAZIONE PER SUOR TERESA MANDIRA'


Trapani – E’ stata revocata la misura degli arresti domiciliari alla religiosa accusata di maltrattamenti e lesioni personali nei confronti di bambini. Il giudice per le indagini preliminari di Trapani, Massimo Corleo, ha disposto la liberazione della madre superiora della Casa del fanciullo San Pio X di Valderice, suor Teresa Mandirà. Il provvedimento è stato disposto dopo l’interrogatorio avvenuto giovedì scorso insieme agli altri cinque indagati coinvolti nei presunti maltrattamenti ai danni dei piccoli ospiti dell’Istituto religioso. Durante l’interrogatorio la religiosa, al centro delle indagini, assistita dai suoi difensori di fiducia, gli avvocati Marco Siragusa e Franco Campo, ha risposto a tutte le domande tentando di chiarire la sua posizione. Degli
altri cinque indagati, Maria Mazzara, Carlo Cammarata e l’altra suora coinvolta nelle indagini, J. Yvonne Noah, hanno deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere. Anche se in stato di libertà, suor Teresa deve sottostare, come del resto gli altri indagati, alla misura del divieto di avvicinamento.