sabato 23 febbraio 2013

TROVATO MORTO IL MARSALESE SCOMPARSO

Marsala – E’ stato ritrovato morto a Mazara del Vallo il muratore scomparso otto giorni fa da Marsala. Il quarantatreenne, Giacomo Indelicato, disoccupato marsalese, era scomparso venerdì 15 febbraio, quando lo stesso, in prima serata, era uscito dalla sua abitazione, in Contrada Gurgo, per raggiungere il centro cittadino di Marsala, senza però farne più ritorno. La denuncia di scomparsa, agli uffici del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Marsala, era stata fatta dai familiari, solo, lunedì 18 febbraio. Dopo le ricerche investigative con esito negativo, la polizia mercoledì aveva diramato la foto segnaletica dello scomparso con tutti gli elementi per il riconoscimento, al fine di ricevere informazioni utili che potessero contribuire al ritrovamento del 43enne marsalese. Il cadavere è stato, invece, rinvenuto dai carabinieri di Mazara del Vallo all’interno di un casolare di campagna, semi diroccato, in località Mazara Due, di solito frequentato da tossicodipendenti. A segnalarne la presenza è stato un pastore che, passando dalla zona, ha tempestivamente allertato i militari dell’Arma. Secondo una prima ispezione cadaverica, il decesso risalirebbe ad almeno tre giorni fa. A stroncarlo, secondo gli investigatori, sarebbe stato un probabile abuso di sostanze stupefacenti, verosimilmente a causa di una overdose. L`uomo, privo di documenti, è stato riconosciuto dai propri familiari attraverso gli abiti, gli stessi che indossava al momento della scomparsa. La salma adesso si trova all’obitorio del cimitero di Mazara del Vallo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono troppi gli interrogativi per gli inquirenti che stanno seguendo le indagini. Maggiori certezze sulle effettive cause del decesso si avranno al termine degli ultimi doverosi accertamenti, non appena verrà eseguita l’autopsia. Nel frattempo, i familiari di Giacomo Indelicato hanno deciso di farsi assistere da un legale. A rappresentarli sarà il Presidente della Camera Penale di Marsala, l’avvocato Diego Tranchida.