mercoledì 13 febbraio 2013

DODICENNE DROGATA E VIOLENTATA DAL COGNATO

MarsalaNotte da incubo per una ragazzina di dodici anni di Petrosino, costretta ad assumere droga e subire abusi sessuali dal cognato. La ragazzina s’è allontanata domenica sera da un locale in cui si era recata insieme con familiari ed amici per festeggiare il Carnevale. Allertati i Carabinieri, la mattina seguente, dai genitori allarmati, e scattate immediatamente le ricerche, l’adolescente è stata ritrovata, dopo pochissime ore, sul litorale petrosileno. In caserma, davanti ai Carabinieri, la ragazzina tra le lacrime ha confessato dove e con chi aveva trascorso la notte. Il cognato, trentaduenne, dopo averla contattata telefonicamente, l’ha raggiunta in auto e prelevata all’esterno del locale. I due avrebbero passato tutta la notte insieme, consumato droghe e
avendo rapporti sessuali in casa ed in macchina, fino alla mattina quando era andata via ed era stata rintracciata. All’interno dell’appartamento del ricercato, in seguito ad una perquisizione, sono stati rinvenuti e sequestrati marijuana e bilancini di precisione. Dopo aver raccolto tutti gli indizi, che hanno confermato le dichiarazioni della minorenne, vista la gravità del reato commesso ed il fatto che volontariamente aveva tentato di sottrarsi alle ricerche dei militari, il trentaduenne è stato arrestato con le accuse di sottrazione di persona incapace, atti sessuali con minorenne e spaccio di sostanze stupefacenti aggravato dal fatto di aver ceduto la sostanza a minori. Dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Trapani, in attesa dell’udienza di convalida del fermo.