venerdì 30 novembre 2012

NASCE IL SOLE E L'AZZURRO


Castelvetrano – E’ stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Castelvetrano lo statuto e l’atto costitutivo della società consortile ‘il Sole e l’azzurro - tra Selinunte, Sciacca e Vigata’. “La costituzione della società consortile – spiega il primo cittadino, Felice Errante -  permetterà di portare avanti la realizzazione del Piano di Sviluppo Locale, denominato sviluppo sostenibile dell’area di pesca del tratto di costa che va dalle borgate di Castelvetrano, Triscina e Selinunte, fino a Porto Empedocle per ottenere un finanziamento a valere sul bando Asse IV Misura 4.1 del Fep Sicilia 2007-2013”. Il Gac, senza scopo di lucro, sarà composto oltre che dal Comune di Castelvetrano, anche da quelli di Sciacca, Menfi, Ribera, Cattolica Eraclea, Montallegro, Siciliana, Realmente, Porto Empedocle e da società,
associazioni  e consorzi per un totale di 33 partner. “Sono particolarmente lieto che il Consiglio Comunale abbia recepito positivamente l’importanza di questo progetto che ho seguito - afferma il sindaco di Castelvetrano - nelle varie fasi sin da quando rivestivo la carica di assessore allo sviluppo economico nella precedente amministrazione”. Tra le azioni più importanti si prevedono la creazione di un mercato del pescatore, l’adeguamento delle imbarcazioni per le attività di pescaturismo, e l’adeguamento di ristrutturazione di locali per attività di ittiturismo, la creazione di un centro servizi alla pesca per la tracciabilità e la commercializzazione del  pescato, interventi di tutela, recupero, valorizzazione ed educazione ambientale e di sviluppo per un sistema di raccolta dei rifiuti della pesca  e della pulizia del mare, e la sistemazione dei luoghi di sbarco della piccola pesca. “Abbiamo presentato un piano progettuale che, una volta ammesso a finanziamento - conclude Felice Errante -  prevede investimenti per due milioni di euro per incentivare le azioni in materia di sviluppo sostenibile e di miglioramento della qualità della vita nelle zone di pesca.”