lunedì 24 dicembre 2012

IL FLORI TORNA A CASA PER LE FESTIVITA'

Mazara del Vallo - Sono tornati a casa oggi i nove marinai del motopesca “Flori”, sequestrato lo scorso 7 dicembre. Il natante ha mollato gli ormeggi venerdì mattina dal porto tunisino di Sfax per faer ritorno a Mazara, in tempo per le feste natalizie. Il Flori, prima di poter riprendere il largo, ha dovuto attendere tre giorni per ricevere il provvedimento di rilascio, firmato lunedì scorso dal Governo del Paese nordafricano, dopo la visita del governatore siciliano Rosario Crocetta. Il provvedimento dal Ministero tunisino delle attività Marittime doveva giungere alle autorità doganali di Sfax, per dare il via libero al natante dal porto. Intanto, passeranno il Natale con i propri cari i due marittimi del
motopeschereccio “Daniela L.”, dell’armatore palermitano Cosimo Lo Nigro, sequestrato in acque internazionali il 7 ottobre scorso, ed ancora trattenuto nel porto di Bengasi dai miliziani. Considerata la posizione di recidività del peschereccio, già sequestrato in Libia una prima volta l’1 dicembre 2010, si attende ancora una decisione dalle autorità libiche circa il dissequestro, a seguito del ricorso presentato dal Procuratore del Tribunale di Bengasi. Subito dopo le festività i due marittimi rientreranno a Bengasi per vedere gli sviluppi della vicenda e riportare a casa il motopesca.