venerdì 14 dicembre 2012

FUNZIONARIO COLPEVOLE DI PECULATO


Partanna - Nicolò Marinesi, funzionario del Comune di Partanna, è stato condannato dal tribunale di Marsala, che lo ha riconosciuto colpevole di peculato, a due anni e tre mesi di reclusione, pena condonata per indulto. Per anni responsabile dell’ufficio vitivinicolo del Comune belicino, Marinesi avrebbe intascato denaro, richiesto per  l’acquisto di marche da bollo da apporre sulle richieste, consegnatogli da contadini e tecnici del settore agricolo che presentavano pratiche per l’inserimento di terreni nell’albo vitivinicolo. “La maggior parte dei testi ascoltati nel processo - ha riferito nella sua requisitoria il pm Anna Cecilia Sessa - ha dichiarato che Marinesi chiedeva loro le 20 mila lire per la marca da bollo da apporre sulla pratica. Poi, però, su queste venivano apposte marche che staccava da altre pratiche”. Il
difensore d’ufficio, l’avv. Gaspare Sammartano, aveva chiesto per il suo assistito l’assoluzione, in quanto “Quello di chiedere il denaro per le marche da bollo era una prassi - ha affermato il legale di Marinesi - Non c’è reato. Anche perché, all’Assessorato Regionale all’Agricoltura, le pratiche sono andate tutte a buon fine”. Alla fine, il funzionario è stato condannato anche al pagamento di un risarcimento danni di 10 mila euro in favore del Comune di Partanna, che nel processo si è costituito parte civile.