venerdì 28 dicembre 2012

"COLPO MORTALE" AL PASSITO DI MANNINO

Pantelleria – Attentato da “colpo mortale” ai danni della cantina Abraxas vigne di Pantelleria fondata nel 1999 dal parlamentare Calogero Mannino, quando era già Ministro per l’agricoltura. Nella notte tra giovedì e venerdì sono state svuotate le vasche di tre annate di pregiatissimo passito naturale. Si è persa parte dell’annata 2012 e 250 ettolitri di passito del 2010 e 2011. A scoprire i danni dell’incursione, questa mattina, uno degli operai della cantina che ha notato la distruzione di un muretto di mattoni rossi che protegge la galleria di collegamento tra l’attuale cantina e il futuro ampliamento della struttura. Ma il danno irreparabile sono stati i settecento ettolitri di vino
persi. Un danno enorme per la cantina, considerato che il passito Abraxas si vende a circa 70 euro al litro. L’azienda copre 26 ettari di terreno vitato, con una produzione di 120mila bottiglie di vini di alta fascia, apprezzati nei ristoranti d’elite e dai veri appassionati di vino. 
“Per noi è un danno infinito – ha riferito l’on. Mannino appresa la notizia - potrebbe essere un colpo mortale, non hanno preso nulla, hanno lasciato lì macchine agricole e trattore. Si vede che l’intento era quello di crearci un danno mortale e basta. Sul vino non abbiamo neanche copertura assicurativa e solo di passito è andato perduto vino per 250 mila euro”. Abraxas naviga già in brutte acque, con i quattro dipendenti, da pochi giorni, in cassa integrazione, compreso l’enologo del momento, Michele Augugliaro. Mannino ha aggiunto inoltre di “non avere ricevuto nessuna minaccia, nessuna richiesta di nessun tipo. Non ci spieghiamo l’accaduto. Siamo a Pantelleria da un po’ di anni e non era accaduto mai nulla”. La casa vinicola è stata bersaglio di un attentato analogo a quello subito poche settimane fa da una cantina di Montalcino. Ora sull’episodio stanno indagando i carabinieri dell’isola, che confermano l’accaduto senza fornire ulteriori dettagli. Oggi Calogero Mannino è Pantelleria per cercare di capire cosa sia accaduto.