sabato 17 novembre 2012

SMASCHERATO DALLA POLIZIA FALSO CIECO

Alcamo - Dal 2005 percepiva la pensione di invalidità da mille euro mensili, perché la commissione medica provinciale di Trapani aveva accertato la sua cecità assoluta. Ma era falso. S.M., sessantenne, agricoltore di Alcamo, è stato denunciato per il reato di truffa aggravata nei confronti dello Stato all'autorità giudiziaria, dopo che la polizia di Alcamo lo ha scoperto a lavorare in un appezzamento di terreno di sua proprietà. La denuncia è scattata dopo un’articolata indagine. Gli
investigatori lo hanno pedinato e filmato mentre, senza alcuna difficoltà coltivava la terra, aggirandosi a piedi con sicurezza lungo il suo podere. 

 E’ stato anche filmato alla guida di un trattore, intento nei lavori di aratura. Non è stato semplice per gli agenti del commissariato, che avevano già, attraverso accurate indagini, appurato il raggiro, cogliere sul fatto il sessantenne, il quale, per sfuggire ad occhi indiscreti, che avrebbero potuto fargli perdere il beneficio, si era persino trasferito, con la sua famiglia, nell’abitazione rurale tra le campagne di Alcamo e Partinico. I sospetti, però, si sono trasformati in prove, grazie ad appostamenti e video della polizia che hanno fatto definitiva chiarezza. Gli agenti si sono anche presentati come funzionari dell’Enel, con l’espediente di controllare il contatore dell’abitazione ed anche in questa occasione l’uomo si è tradito. Smascherato, è stato invitato presso il Commissariato di Alcamo, e anche lì, non ha mostrato alcuna difficoltà a salire le scale. L’agricoltore alcamese, che è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trapani, dovrà intanto, senza contare le conseguenze penali, restituire la somma indebitamente percepita in questi sette anni, stimabile intorno ai centomila euro.