lunedì 12 novembre 2012

MALTEMPO: MUORE VIGILE DEL FUOCO


TrapaniL’emergenza maltempo nel capoluogo provinciale ha causato una vittima. A perde la vita un vigile del fuoco 40enne, originario di Alcamo. È morto sul colpo cadendo da un sollevatore mentre insieme a due colleghi, nel pomeriggio, stava eseguendo un intervento nel quartiere Palma, a Trapani. Il forte vento che soffia da Sud-Est ha sferzato la Sicilia, infatti, ha provocato numerose chiamate dei cittadini al comando dei pompieri e il 40enne era insieme alla propria squadra quando si è consumata la tragedia. La vittima, di cui non è ancora nota l’identità, era assieme ad un collega sul sollevatore intento a mettere in sicurezza un albero pericolante, che stava per abbattersi al suolo a causa del forte vento, quando improvvisamente ad accasciarsi al suolo è stato lui. Dalle prime notizie, molto scarse e frammentarie, l’uomo sarebbe caduto malamente dal sollevatore schiantandosi rovinosamente sull’asfalto, ma non è ancora chiaro se ha perso l’equilibrio a causa di un malore improvviso o
per altre ragioni che sono ancora al vaglio degli inquirenti. È morto sul colpo, ma sarà in ogni caso un accertamento più approfondito a dire se il vigile era già morto prima di giungere al suolo. Dopo la caduta l’uomo non dava alcun segno di vita, i colleghi hanno così lanciato l’allarme e sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, ma per il vigile del fuoco non c’è stato nulla da fare. Il suo cuore aveva già smesso di battere. Non si sottovaluta l’ipotesi che la caduta sia stata provocata da un malore. Resta quindi da chiarire se il pompiere sia morto mentre lavorava o l’incidente sia stato fatale. Il sindaco di Trapani, Vito Damiano, si è recato immediatamente sul luogo della tragedia ed ha incontrato i familiari del vigile del fuoco, a cui ha rivolto le proprie condoglianze. Con la sua presenza Damiano ha voluto testimoniare la sua vicinanza e quella della comunità trapanese all’intero Corpo dei Vigili del Fuoco, che “quotidianamente svolge un difficile e fondamentale compito, per garantire, sempre in prima linea e specie nelle situazioni di maggiore pericolo, la sicurezza dei cittadini”.